Chris Dickson Termina a Punteggio Pieno il Round Robin

ELIMINATA CHINA TEAM. SEMIFINALI: A BMW ORACLE IL PRIMO MATCH CONTRO LUNA ROSSA, MASCALZONE LATINO BATTE AREVA. Trieste, 1 sep tembre 2006 – Punteggio pieno per BMW Oracle alla fine del secondo Round Robin di Trieste Challenge. Chris Dickson si qualifica per le semifinali assieme a Mascalzone Latino Capitalia Team, Areva e Luna Rossa. Esce dalla griglia China Team, battuta da Luna Rossa nel penultimo match del Round Robin. Vento leggero sul Golfo di Trieste: il primo scontro delle semifinali (primo contro quarto classificato) disputato ieri pomeriggio vede Bmw Oracle battere Luna Rossa, mentre nella prima semifinale tra Areva e Mascalzone Latino è il team italiano ad avere la meglio: Hansen si garantisce il match riuscendo a infliggere all’avversario ben due penalità in partenza. Oracle e Mascalzone Latino ipotecano così l’accesso in finale. Domani si concluderanno le semifinali (vince chi arriva prima a due punti): Bmw oracle affronterà sempre Luna Rossa, mentre Mascalzone Latino affronterà nel secondo match i francesi di Areva. Domenica le finali e alle 18 la premiazione, con la consegna, oltre che del trofeo Trieste Challenge, anche del trofeo intitolato a Pasquale Landolfi che andrà al vincitore del maggior numero di prime boline. A Trieste per l’occasione la figlia del celebre armatore, Ianuaria. SEMIFINALE 1-4: PRIMO MATCH BMW ORACLE BATTE LUNA ROSSA Un match condizionato già in partenza, quando Luna Rossa, decisamente più aggressiva rispetto ai match precedenti, incappa in una penalità a un minuto dal via. Dickson parte sopravvento, e con un buon vantaggio fin dal secondo bordo domina la prima bolina e a seguire amministra il vantaggio e va a vincere. SEMIFINALE 2-3: PRIMO MATCH: MASCALZONE LATINO BATTE AREVA Un match tutto deciso in partenza ma combattuto fino all’ultimo bordo. Un bravissimo Jes Gram Hansen riesce a non farsi innervosire da Sebastian Col, un provocatore nato, e in prepartenza riesce a far assegnare al francese ben due penalità, la seconda a seguito di una collisione. Col deve effettuare una penalità subito dopo la partenza (a seguito dell’accumulo di due penalty): il vantaggio accumulato dal team italiano è sufficiente per restare avanti, anche se il francese è bravo ad avvicinarsi con l’obiettivo di pareggiare le penalità. Un’oculata gestione del vantaggio permette al team italiano di vincere il match e presentarsi domani mattina con già una vittoria in tasca al nuovo match contro Areva. CRONACA DEI MATCH DEL SECONDO ROUND ROBIN DISPUTATI IERI IN ORDINE CRONOLOGICO MATCH 5 RR2: AREVA BATTE LUNA ROSSA Nel primo match del giorno Areva conquista il suo secodo punto in classifica battendo Luna Rossa. Poco vento a Trieste , una brezza termica che non concede sconti sugli errori. Sebastian Col parte avvantaggiato a destra, con aria in più, quello che basta per passare in testa a pochi metri dallo start. Francesco de Angelis proverà ad attaccare nella prima bolina, ma il francese è attento a non lasciarlo andare libero in cerca del vento più fresco. Nella seconda bolina de Angelis riesce a recuperare qualche metro, ma non è sufficiente: Col vince la regata senza ulteriori sforzi, cercando di far correre la barca il più possibile, compatibilmente con il poco vento disponibile. MATCH 6 RR2 MASCALZONE LATINO BATTE LUNA ROSSA Mascalzone Latino batte Luna Rossa senza troppe difficoltà: agguantato vantaggio in partenza, Jes Gram Hansen lo mantiene difendendosi senza mezze misure e rispondendo virata su virata e strambata su strambata. Il vantaggio alla fine del match è di oltre due lunghezze. MATCH 7 RR2 BMW ORACLE BATTE AREVA Incontro combattuto tra Bmw Oracle e Areva: Dickson è sempre in testa, ma alla fine della seconda bolina preferisce far cadere l’avversario in una penalità per poter navigare più tranquillo e non rischiare di subire qualche salto di vento, posto che l’aria non è distesa sul Golfo. MATCH 8 RR2 AREVA BATTE CHINA TEAM E’ il match più combattuto del giorno, nonostante il vento molto leggero. In partenza un Sebastian Col estremamente motivato spinge sulla sinistra del campo di regata China team, che parte con più velocità, ma nella parte sfavorita del campo di regata. Il bordeggio di bolina utilizza come ostacolo la diga foranea del porto di Trieste, e ciò permette ad Areva di accumulare un vantaggio sufficiente per arrivare con tranquillità alla vittoria. China team spreca l’occasione per mettere in difficoltà Luna Rossa, che rischia l’eliminazione. MATCH 9 RR2 LUNA ROSSA – CHINA TEAM Partenza quasi a pari tra Luna Rossa, decisamente rinvigorita in questo match, e Areva. LunaRossa da sopravvento copre le vele dell’avversario e riesce a guadagnare, anche in virtù di una attentissima navigazione, metro su metro. Mas porta l’avversario verso la diga foranea, ma Luna Rossa lo asseconda solo fino alla lay line. Il vantaggio, alla prima boa, arriva fino a cinque lunghezze, e sempre con vento debole. Nella prima poppa il vantaggio di Luna Rossa diminuisce leggermente, ma Mas non può nulla contro l’avversario; Luna Rossa vince e si qualifica per la semifinale. MATCH 10 RR2 BMW ORACLE BATTE MASCALZONE LATINO Non basta la grande decisione di Jes Gram Hansen per battere Chris Dickson, che anche in questo match mostra come vincere una partenza trovandosi sottovento e alla pari a due secondi dallo start. L’americano recrimina una penalità non vista, a suo parere, dagli arbitri, ma riesce a giungere in vantaggio di una lunghezza alla prima bolina, e con un bordeggio oculato vincere il match.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.