Conclusa a Punta Ala la Lunga del Campionato Ims del Mediterraneo

E’ stata “Bribon”, il Farr 53 del re di Spagna Juan Carlos (che da domani sarà a bordo), la prima imbarcazione a tagliare la linea d’arrivo della regata d’altura valida per l’assegnazione del Campionato IMS del Mediterraneo in corso di svolgimento a Punta Ala. La manifestazione è organizzata dallo Yacht Club Punta Ala con il supporto economico di Audi, l’azienda automobilistica tedesca contraddistinta dai quattro anelli d’argento che da alcuni anni ha legato il suo nome alle manifestazioni e agli yacht club pi prestigiosi. La vittoria in tempo compensato è stata pero’ appannaggio di “Snow Ball” l’X-302 di Mario Mellini timonato da Luca Antonini seguito da “Maretta” il Grand Soleil 341 di Gianfranco Malaisi timonata dal romano Enrico Passoni e dall’IMX 40 “Merit Cup” dell’armatore Antonio Orlandi (al timone Vasco Vascotto, tattico Giovanni Cassinari) che ora guida la classifica generale dopo tre prove. Alle spalle di quest’ultimo altri due IMX 40 “ADS Glen” di Nadia Canalaz (timoniere Gabriele Benussi) e “Wind-Exploit” di Sandro Pantaleo (timoniere Lorenzo Bressani). Il percorso di 129 miglia è stato completato dalla prima imbarcazione in poco meno di 19 ore grazie al fatto che il vento che ha sempre soffiato senza mai arrestare la flotta: l’intensità non è mai scesa al di sotto dei 4/5 nodi e in alcuni momenti è arrivato a una quindicina di nodi, comunque sempre dai quadranti sud (prevalentemente da sud-ovest). Dopo la partenza avvenuta regolarmente alle ore 12.05 le oltre 50 imbarcazioni in regata navigando a un’andatura di bolina hanno fatto rotta verso lo Scoglio Africa dove le imbarcazioni di maggiori dimensioni sono giunte nel tardo pomeriggio. Da li’ la flotta ha continuato di bolina larga su un unico bordo l’isola di Giannutri che è stata doppiata intorno alle ore 2.00 di una notte illuminata dalla luna piena. Da Giannutri la navigazione è continuata in poppa fino all’isola del Giglio e nel canale dell’Argentario: l’andatura era diventata più veloce soprattutto quando alle prime luci dell’alba il vento rinforzava da Est fino a 15 nodi nel braccio di mare di fronte ai Monti dell’Uccellina e ritornando a soffiare dai quadranti sud fino all’arrivo avvenuto per i primi fra le ore 6.00 e le 7.00. Domani, sempre a partire dalle ore 12.00 il programma prevede una prova su percorso a triangolo o pi prove su percorso a bastone.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.