Conclusa la Terza Edizione di Mare in Vetrina

Si è conclusa sotto una pioggia battente la terza edizione del MARE IN VETRINA, la kermesse fieristica dedicata al mare ed ai mercanti di porto organizzata dal Gruppo Euromare il consorzio degli operatori navali di Torre del Greco, con l’intento di monopolizzare l’attenzione dei mass media, delle Amministrazioni e della Città tutta verso l’area portuale e le realtà produttive di altissima potenzialità occupazionale, fortemente degradate e prive di idonee infrastrutture quali quelle cantieristiche. I numeri della manifestazione non lasciano dubbi, il successo delle precedenti edizioni è stato ampiamente ripetuto con almeno un paio di giri di boa di anticipo. Ben 65.000 i visitatori certificati, 18 le emittenti televisive interessate con ripetuti servizi in prima serata, 21 le testate giornalistiche che hanno dedicato articoli redazionali, 28 le ore di diretta radiofonica con copertura pluri regionale di Kiss Kiss Italia (7 le regioni interessate), 20 gli artisti che si sono esibiti negli spettacoli serali di enorme successo, 24 le imbarcazioni usate vendute tra cui uno yacht di 15 metri, un giro d’affari che ha rasentato il miliardo per gli espositori presenti oltre alle migliaia di contatti in essere, che dovrebbero concretizzarsi a breve. Un patrimonio della città per la città queste le parole con cui Mimmo Pesce amministratore delegato Euromare ha racchiuso la manifestazione, esternando la sua soddisfazione e quella dei consorziati che hanno potuto registrare un’incredibile affluenza di visitatori di ceto medio alto con una civiltà che non trova eguali in manifestazioni similari. Sono arrivati a Torre del Greco visitatori dall’alto Sannio e dalla lontana Reggio Calabria, ma anche da San Salvo, Chieti, Caserta, Frosinone, Bari e non è mancato un tocco di internazionalità con la visita di un gruppo di ristoratori americani impegnati in un congresso a Napoli. Tante le parole di apprezzamento per la manifestazione, ma anche tante le richieste di ripeterla a breve o di organizzare mensilmente eventi di aggregazione sociale ed occasioni di sviluppo economico giunte agli organizzatori da più parti. Persino un documento sottoscritto da quasi 400 persone che chiedono la costituzione di un comitato permanente pro MARE IN VETRINA con l’intento di migliorarne ulteriormente qualità e numero di espositori. Mimmo Pesce ha dichiarato che “chi vivrà vedra’” l’organizzazione è un compito gravoso specie se ricade sulle spalle di pochi, anche in termini economici, senza voler poi polemizzare su stupide critiche di chi è abituato solo a coltivare il suo piccolo orticello di interesse privato. Le critiche sono la linfa vitale di ogni persona o attività che vuole crescere, ma devono essere critiche costruttive e non distruttive e disfattiste ha concluso Mimmo Pesce, anche se le critiche sono riconducibili alle dita di una mano, esse sono state tutte di infimo livello e di natura offensiva per cui certamente non possono costituire un volano per le future edizioni, semmai un freno.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.