Concluse le Preolimpiche di Vela a Hyeres, Due Medaglie Italiane

ARGENTO PER ZANDONA’-TRANI NELLA CLASSE 470 BRONZO PER I SIBELLO NELLA CLASSE 49er MEDAL RACE EMOZIONANTI MA CONDIZIONATE DAL VENTO LEGGERO MARCOLINI-BIANCHI CHIUDONO AL 6° NEL TORNADO ANNULLATE LE FINALI PER 470 FEMMINILE: CONTI-MICOL CHIUDONO ALL’8° La vela olimpica italiana torna da Hyeres nel sud della Francia con due medaglie conquistate e la sensazione di essere sulla giusta strada verso Pechino 2008. Chiudendo al 2° posto la Medal Race, gli azzurri Gabrio Zandonà e Andrea Trani (Marina Militare) hanno vinto l’argento nella classe 470M, alle spalle degli israeliani Kliger-Gal, e davanti ai francesi Bonnaud-Bonnaud. L’altra medaglia azzurra è il bronzo vinto dai fratelli Pietro e Gianfranco Sibello (Fiamme Gialle) nella classe acrobatica 49er, alle spalle degli spagnoli Martinez-Fernandez e degli inglesi Morrison-Rhodes. Altri buoni piazzamenti per la vela italiana sono arrivati nel catamarano Tornado con il 6° posto finale di Francesco Marcolini e Edoardo Bianchi (Yacht Club Italiano), un risultato conservato con il 7° posto nella Medal Race; e nella classe 470 femminile con l’8° posto di Giulia Conti e Giovanna Micol (Marina Militare), con vittoria delle israeliane Gilboa-Bouskila. Quest’ultima classe ha visto l’annullamento della Medal Race per l’assenza di vento, lasciando le due azzurre con l’amaro in bocca per l’impossibilità di tentare l’assalto al podio. 28° posto per le altre azzurre Elisabetta Saccheggiani e Bianca Sassetti. Emozionanti ma condizionate dal vento leggero le Medal Race decisive per l’assegnazione del podio tra i top-10 di ogni classe, con 4 equipaggi azzurri in corsa. La classe 49er è stata la prima a scendere in acqua. Partenza anticipata per i Sibello, colti fuori allineamento allo start e costretti a ripetere il via all’ultimo posto. Buona comunque la rimonta che ha consentito ai due azzurri di conservare l’ennesimo podio di una stagione esemplare. Pietro Sibello: “Siamo soddisfattissimi, a Hyeres abbiamo usato la barca vecchia, perché la nuova (quella del successo a Palma, ndr) è preservata per il mondiale di giugno. Finchè si è sul podio, va sempre bene, il livello resta elevato, gli spagnoli sono tornati sui loro livelli, e noi siamo sempre con i primi”. Questo lo score dei Sibello lungo tutta la preolimpica di Hyeres: 3-7-11-4-4-1-2-4-6-dns-3-3-7). Gli altri azzurri del 49er Angilella-Zucchetti hanno concluso al 51° posto. Nella classe 470 il romano Gabrio Zandonà e il triestino Andrea Trani hanno concluso la Medal Race un paio di metri dietro agli israeliani Kliger-Gal, aumentando il vantaggio sui possibili inseguitori e mantenendo un 2° posto prestigioso che li conferma stabilmente ai vertici della classe sin dall’inizio della stagione. Questi i loro piazzamenti: 10-3-6-1-4-6-1-2. Gli altri italiani: 55° Fonda-Guerra, 57° Airò-Capece Minutolo, 61° Desiderato-Saettone, 73° Capodanno-Giordano. Le altre classi. Nel singolo Finn vittoria dell’inglese Wright, e azzurri attardati: 20° poggi, 22° Cordovani. Nella classe Laser vittoria dell’australiano Slingsby, e italiani lontani dalla zona Medal Race: 48° Regolo (11-15-19-7-14-27-11), 52° Bottoli, 63° Pietro Magnaghi, 90° Ostuni, 118° Gallo, 122° Biagioni. Nel Laser Radial femminile successo della nordamericana Paige Riley, con l’azzurra Larissa Nevierov (Aeronautica Militare) che ha sfiorato la Medal Race chiudendo all’11° posto (10-6-16-24-12-10-2-15-11-12). Fabiola Magnaghi al 32°. Nel triplo a chiglia Yngling altra vittoria nordamericana con Barkow-Howe-Capozzi. Le azzurre Chara Calligaris, Giulia Pignolo e Francesca Scognamillo si devono accontentare del 21° posto (19-17-16-19-20-23-11). Infine nelle tavole a vela RS:X maschili vittoria dell’olandese Bouman, con gli azzurri in alta classifica: 42° Heidegger, 46° Belli Dell’Isca, 52° esposito, 54° Arciprete, 60° Baffetti. In campo femminile annullata la Medal Race, confermato il successo dell’iberica Alabau. 13° per Flavia Tartaglini (7-7-26-8-2-37-21-28). 36° per Laura Linares. Ora il circo della vela olimpica si da appuntamento in Austria dal 12 al 20 maggio per i World Sailing Games con molti degli equipaggi più forti (tra gli azzurri ci saranno Zandonà-Trani e i Sibello, punte di una squadra numerosa), e al prossimo evento del circuito Eurolymp a Medemblik in Olanda, che vedrà in scena anche le Star. Da giugno poi inizierà il “valzer” dei campionati europei e mondiali di tutte le classi. Per la squadra italiana prosegue anche l’intenso programma di allenamenti e raduni tra la Liguria e il Garda. Classifiche finali Hyeres 2006 Classe 49er 1. Martinez-Fernandez (ESP) 2. Morrison-Rhodes (GBR) 3. Sibello-Sibello (ITA) Classe 470M 1. Kliger-Gal (ISR) 2. Zandonà-Trani (ITA) 3. Bonnaud-Bonnaud (FRA) Classe 470F 1. Gilboa-Bouskila (ISR) 2. Yoshisako-Ohkuma (JPN) 3. Lecointre-Lemaitre (FRA) 8° Conti-Micol (ITA) Classe Tornado 1. Revil-Espagnon (FRA) 2. Gaebler-Struckmann (GER) 3. Paschalides-Trigonis (GRE) 6° Marcolini-Bianchi (ITA) Classe Finn 1. Wright (GBR) 2. Misura (CRO) 3. Hoegh-Christensen (DEN) Classe Laser maschile 1. Slingsby (AUS) 2. Arapov (CRO) 3. Leigh (CAN) Classe Laser Radial femminile 1. Riley (USA) 2. De Turckheim (FRA) 3. Xu Lijia (CHN) Classe Yngling 1. Barkow-Howe-Capozzi (USA) 2. Ayton-Rawlinson-Webb (GBR) 3. Schuemann-Kappel-Hoepfner (GER) Classe windsurf RS:X maschile 1. Bouman (NED) 2. Dempsey (GBR) 3. Myszka (POL) Classe windsurf RS:X femminile 1. Alabau (ESP) 2. Manchon (ESP) 3. Klepacha (POL) Il “medagliere” di Hyeres 2006 (oro-argento-bronzo) 1. SPAGNA (2-1-0) 2. USA (2-0-0) 3. ISRAELE (2-0-0) 4. GRAN BRETAGNA (1-3-0) 5. FRANCIA (1-1-2) 6. AUSTRALIA (1-0-0) 7. OLANDA (1-0-0) 8. CROAZIA (0-2-0) 9. ITALIA (0-1-1) 10. GERMANIA (0-1-1) 11. GIAPPONE (0-1-0) 12. POLONIA (0-0-2) 13. DANIMARCA (0-0-1) 14. CANADA (0-0-1) 15. GRECIA (0-0-1) 16. CINA (0-0-1)   

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.