Conto Alla Rovescia per il Rolex Ims Offshore World Championship 2005

Porto Cervo (01 luglio 2005). Mancano, oramai, pochi giorni al Campionato del Mondo per imbarcazioni IMS che, tornato alla sua originaria forma itinerante, dopo le edizioni svoltesi a Capri, si svolgerà a Mahon (isola di Minorca) dall’ 11 al 17 luglio prossimi. Organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda (che ha curato anche i precedenti mondiali di Valencia, Newport, Porto Cervo e Capri) il trofeo “Rolex IMS Offshore World Championship 2005” vede la collaborazione del “Club Marittimo di Mahon” che ospiterà questa edizione 2005 che si annuncia piena di interesse sia per l’importanza che riveste, sempre, una regata a livello mondiale e sia per la qualità e prestigio degli scafi iscritti alla manifestazione. Sono, infatti, oltre 40 gli IMS che si presenteranno nella linea dello starter, in rappresentanza di tredici nazioni. Molto nutrite le flotte italiane e spagnole, che salvo sorprese, dovrebbero lottare per la vittoria finale. Come per la passata edizione la classifica ISAF prevede due distinte classifiche: “corinthian” e “non-corinthian”. La prima avrà a bordo velisti amatori e potrà essere previsto nell’equipaggio un solo professionista, mentre la seconda consente la presenza di più di un professionista. Il titolo di campione del mondo, comunque, verrà assegnato ai primi classificati delle due categorie. Tra i protagonisti di questo mondiale IMS si devono citare il Farr 54 Cam, che avrà a bordo il vincitore dell’edizione di Valencia nel 2001, Fernando Leon, il Grand Soleil 42R Movistar di Pedro Campos che avrà, nel suo team, due prestigiosi velisti italiani come i trentini Lorenzo Bressani e Vasco Vascotto. Quest’ultimo non mancherà di prendere confidenza con il mare delle Baleari in vista dell’America’s Cup 2007 che lo vedrà al timone di Mascalzone Latino. Un altro IMS della forte squadra spagnola, sicuro protagonista, sarà Tau Ceramica nel cui equipaggio è prevista la presenza della campionessa olimpica ’92 e ’96 dei 470, Theresa Zabell, mentre non mancheranno certo le sorprese che possono venire dalle barche come l’IMS 46 Matador dell’armatore argentino Alberto Roemmers che potrà contare sull’apporto del campione del mondo classe “maxi”, Guillermo Parada. Come si può facilmente prevedere, sarà una dura lotta per gli equipaggi italiani che, comunque, come già detto si sono iscritti numerosi al campionato. Tra gli armatori più accreditati Fausto Fernetti che, con il suo GS42R Man ha dominato nel campionato di Punta Ala; poi Fausto Pierobon reduce dall’ottimo piazzamento ottenuto con Sagola alla recente Grand Soleil Cup 2005 di Porto Cervo, Ferdinando Battistella con Sei una Diva, e Francesco Siculiano con Don Alvaro e Stefano Martini con Sky.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.