Crm Motori Marini Diesel al Work Boat World Europe 2002

La CRM prenderà parte al primo appuntamento italiano del Work Boat World Europe 2002, una manifestazione fieristica, patrocinata dalla nota società editrice australiana Baird Publications, dedicata alla nautica commerciale, professionale e militare, alla quale si affianca un convegno relativo alle attuali problematiche del mercato navale, commerciale e militare internazionale, con interventi dei più grandi esperti mondiali del sep tore. Come ormai noto, la CRM Motori Marini, fondata da Germano Mariani nel 1950, forte della preziosa eredità tecnologica dei motori a benzina Asso 1000, protagonsti nel mondo aeronautico e dei quali i primi motori CRM furono discendenti diretti, oriento’ subito la sua produzione all’equipaggiamento di imbarcazioni militari e di alcuni yacht di lusso che richiedevano prestazioni elevate. Una produzione concettualmente diversa da quella destinata alla grande serie, caratterizzata da criteri costruttivi basilari, semplici ed efficaci ha consentito al marchio CRM di rendere i suoi motori diesel, a 12 e 18 cilindri disposti e V e a W, con potenze che vanno da 1350 a 2000 HP, propulsori di qualità, in grado di assicurare prestazioni, sicurezza e affidabilità nel tempo. Non è certo un caso che l’esperienza produttiva della CRM sia maturata proprio nel sep tore militare, un sep tore dove la sicurezza in navigazione non puo’ certo penalizzare ne’ la velocità massima ne’ l’affidabilità e la praticità d’esercizio. I motori CRM sono noti per la capacità di mantenere per ore ed ore nella massima sicurezza velocità elevate e costanti, e di garantire nel tempo le stesse prestazioni raggiunte il giorno del varo. L’elevato valore di coppia, unito a una curva di potenza che assume valori ottimali lungo tutto il range di funzionamento, permette infatti, l’utilizzo del motore nei diversi regimi, indipendentemente dalle condizioni di mare. La particolare architettura dei motori CRM consente poi di ridurre al minimo le vibrazioni, tanto da essere gli unici al mondo a poter rinunciare al volano. Questo si traduce in sollecitazioni limitate per i vari organi del motore stesso e per l’imbarcazione e di conseguenza in minore manutenzione e maggiore durata nel tempo. Il sistema adottato dai motori CRM, a iniezione indiretta (IDI) in precamera, garantisce inoltre, una combustione estremamente pulita e una bassa temperatura dei gas di scarico, tanto che anche i più severi test hanno dimostrato che le loro emissioni gassose sono inferiori di almeno il 30% rispetto ai limiti indicati dalle normative IMO e 94/25 CE. Interamente meccanici, pur potendo contare su un serio monitoraggio dalla plancia di comando, i motori CRM hanno anche il pregio di una grande facilità di gestione, tanto più che la ditta stessa offre un training di formazione a tutti gli equipaggi. Chi acquista un motore CRM entra a far parte di un servizio completo; la struttura flessibile dell’azienda è in grado di seguire in prima persona e in ogni parte del mondo ogni singolo cliente a seconda delle esigenze, garantendo, anche dopo l’acquisto, assistenza immediata ovunque sia per la manutenzione ordinaria che per qualunque altra specifica esigenza. Per saperne di più sull’azienda italiana CRM è possibile visitare il sito web www.crm-spa.it.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.