Da Stabiavela una Proposta per Consentire a Tutti la Fruizione del Mare

Domani alle 11.30 il convegno “Le vie del mare, strumento di dialogo tra i popoli” Abbattere le barriere del mare, e delle barche, che sono ancora oggi di ostacolo a tutti i portatori di handicap. E’ quanto promesso oggi nella sede del Palazzetto del Mare di Castellammare di Stabia dall’assessore comunale alle politiche sociali di Castellammare di Stabia Mariella Parmendola, intervenuta al convegno dal titolo “Un mare aperto a tutti” organizzato nell’ambito della terza edizione della manifestazione di vela e solidarietà “Stabiavela”.  “Quello che possiamo ed intendiamo fare a Castellammare ˆ ha detto ˆ è rendere sempre più accessibili i percorsi primari. Tra le iniziative che intendiamo intraprendere nell’immediato figura, ad esempio, un progetto di balneazione estiva per portatori di handicap realizzato in collaborazione con il lido Mariconderia, che offrirà peraltro l’accesso gratuito per tutto il mese di luglio mentre il trasferimento dalle abitazioni al lido avverrà grazie a mezzi messi a disposizione dall’amministrazione”. Durante la mattinata quindi Uildm, Associazione Stabiavela e Nautilus Oplonti hanno quindi lanciato un progetto per la costruzione di una barca accessibile, che prenderà parte già alla prossima edizione di Stabiavela con un equipaggio addestrato nel corso dell’inverno.  “Scegliere il mare come vita, come possibilità di espressione, e non come sfida” è stato il commento di Leopoldo Di Maio, presidente provinciale UILDM (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare), che ha quindi aggiunto: “La vela si avvicina alla terapia e dà un senso compiuto all’integrazione del disabile. Grazie ad alcuni accorgimenti tecnici, infatti, è possibile stare a bordo sia come passeggeri che come timonieri e questo favorisce la socializzazione attraverso la cooperazione”.  “Grazie al lavoro svolto dai soci e dai volontari”, gli ha fatto eco il presidente regionale UILDM Giulio De Rosa, “la sezione di Castellamare è tra le più note del territorio. Ora, con la partecipazione alle manifestazioni Stabiavela, sarà possibile sensibilizzare quella fascia di popolazione, giovani e meno giovani, che fino ad ora è stata lontana dal mondo della disabilità. Insieme alle istituzioni locali si deve cercare di rendere pienamente accessibili ai disabili le spiagge ed i lidi del litorale stabiese e sorrentino, purtroppo ricco di barriere architettoniche e naturali, per risolvere i problemi che condizionano il tempo libero”. Al convegno ha preso parte anche  il presidente della Nautilus Oplonti Stefano Iovino. Domani invece sempre il Palazzetto del Mare ospiterà un altro dibattito, incentrato stavolta sul tema : “Le vie del mare, strumento di dialogo tra i popoli”. A partire dalle 11.30 ed in collaborazione con la Fondazione Laboratorio Mediterraneo, parleranno tra gli altri anche il presidente della fondazione Michele Capasso e l’assessore comunale allo sport di Castellammare di Stabia Nicola Corrado.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.