Denuncia Icons: Marinai Come Schiavi

Una denuncia presentata alla conferenza sulla navigazione dell’Apec, il forum di cooperazione Asia-Pacifico a cui aderiscono 21 paesi, da parte della Commissione Internazionale sulla navigazione (ICONS) rende noto che su molte navi mercantili vige un regime di schiavismo. A farne le spese sarebbero migliaia di marinai costretti a lavori duri e al ricatto di essere gettati in mare in caso di lamentele. Il rapporto dal titolo “Navi, schiavi e competizione”, rivela che sul 10%-15% delle navi in giro per il mondo, i marinai dei paesi in via di sviluppo e in particolare di Filippine e Indonesia, circa 280.000, sarebbero sottoposti a condizioni di sicurezza carenti e orari di lavoro eccessivi, oltre a salari non pagati, dieta da fame, stupri e percosse. Nel rapporto si denuncia anche la scomparsa di marinai che dopo aver subito maltrattamenti si sono rivolti ai sindacati o più semplicemente, agli ufficiali di bordo. I 21 paesi dell’Apec formuleranno un comunicato congiunto con l’obiettivo di recuperare il livello di sicurezza e le condizioni di vita a bordo delle navi mercantili. Il prossimo appuntamento per i ministri dei trasporti dei paesi aderenti all’Apec è previsto a ottobre in Perù.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.