Dichiarazione del Presidente Dell’Ucina Sull’Introduzione di Eventuali Tasse Sulle Barche

Secondo il presidente di Ucina, Anton Francesco Albertoni, l’eventuale reintroduzione della tassa di stazionamento sulle barche sarebbe ‘il colpo di grazia a un sep tore che a causa della crisi ha dimezzato il proprio contributo al Pil, passando da 6,5 a 3,2 miliardi’. ‘Il Censis ha appena pubblicato il Rapporto sull’economia del mare da cui si evince che la nautica – prosegue Albertoni – ha il piu’ alto moltiplicatore dell’occupazione, del cluster marittimo per ogni addetto diretto nella costruzione di barche si generano sei posti di lavoro nell’indotto, proprio quell’indotto che ora viene colpito con un provvedimento che in alcuni casi vede duplicare durante il costo di manutenzione. La verita’ – conclude – e’ che si stanno solo cancellando le opportunita’ di lavoro e a rimetterci saranno gli operai e non i ricchi, che invece vanno invitati a rimanere sulle nostre coste’.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.