Due Punti Fondamentali per +39

Vittoria contro Shosholoza e Team Germany TRAPANI. Tornano il sole e le brezze leggere per l’ultima giornata dei Match-race in Sicilia. “+39” affronta i sudafricani di “Shosholoza”, l’unica barca della nuova generazione, in costante miglioramento grazie all’inserimento di molti talenti nel duello a due. Iain Percy sa cosa fare e segue le indicazioni del suo tattico Ian Walker. Scatta davanti agli avversari di una lunghezza. La posizione gli permette di impostare come vuole la gara. In verità la marcatura sui rivali si alterna con il gioco a zona per un vento decisamente ballerino. Verso la boa l’attimo giusto per arrivare con 10 secondi di vantaggio. Il gennaker sale in modo perfetto e lo stratega dall’albero da via libera per la rotta migliore. Alla fine del lato di poppa il vantaggio di “+39” salirà a 54 secondi. La nuova bolina vede “+39” andare a controllare da vicino i giovani del Sud Africa. Il vantaggio si riduce a 24 secondi, ma era importate non perdere il contatto causa una brezza che saltava da una parte all’altra del campo di gara. Percy, Walker e Bruni fanno salire nuovamente il gennaker. Ci si controlla a distanza, 100 metri preziosi. Non sembrano esserci più sorprese. Su “+39” si naviga tranquilli. All’arrivo scattano gli applausi. E’ un terzo importante punto: 43 secondi il vantaggio in una regata dal risultato non certo scontato, sempre e comunque combattuta. Battaglia in partenza nel secondo match che vedeva “+39” affrontare i tedeschi di “United Internet”, l’ex scafo di “Mascalzone Latino” firmato dal padre del nuovo “+39” Giovanni Ceccarelli. Bank cerca il corpo a corpo con Iain Percy, ma calcola male il passaggio sulla poppa di “+39” e di fatto lo “tampona”. I giudici danno ragione a “+39” che può impostare la regata sulla penalità che gli avversari tedeschi dovranno scontare con un giro su se stessi prima dell’arrivo. Team Germany ha solo la possibilità di allungarsi mentre “+39” deve solo mantenersi vicino. Percy e Walker hanno tutta la possibilità di giocare in un piacevole inseguimento nei confronti degli avversari. La bolina vede le due barche navigare distanziate di un paio di lunghezze. Sulla boa Germany ha solo 10′ di vantaggio. Le due barche vicinissime issano i rispettivi gennaker. Sorpassa “+39”. Ripassa Germany, prima della fine del lato nuovamente “+39” che può andare ad impostare la bolina successiva con un paio di lunghezze di vantaggio. Percy e Walker con la complicità dello stratega “Ganga” Bruni si divertono sapendo di poter contare sul vantaggio della penalità. Navigano in scioltezza tanto da arrivare sulla boa di bolina con 54 secondi di vantaggio. Sembrano scatenati ed in poppa saranno 2 i minuti di distacco con la penalità scontata dai tedeschi. Il commento di Luca Devoti – Skipper “Un po’ di rammarico per due punti lasciati agli avversari e che potevano confermare l’ottima prestazione ottenuta da +39 nella tappa in Svezia a Malmo. Purtroppo sono stati due errori banali che ci hanno fatto perdere due regate di fatto già vinte, quella con Cina e con K-Challenge. Devo dire che oggi l’equipaggio ha gareggiato molto bene, soprattutto contro Shosholoza che aveva una barca sicuramente più veloce della nostra. Bravi ma …un po’ d’amaro in bocca rimane”.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.