Due Regate per l’Invernale di Riva di Traiano

In una situazione meteorologica europea, altamente perturbata, il microclima di Capo Linaro, ha regalato ai quasi ottanta concorrenti dell’Invernale di Riva di Traiano, la possibilità  di recuperare la seconda prova del campionato. Così le barche, divise nelle classi Regata e Diporto, si sono affrontate in due regate su percorso a bastone, di quattro lati, per i primi e dimezzato per i secondi. Con un caldo e sabbioso scirocco, che superava inizialmente  i 20 nodi, formando onde consistenti, per poi affievolirsi alla fine della seconda gara, le barche si sono quindi rincorse, ingaggiandosi,  planando, straorzando e tagliando per due volte la linea di partenza ed il traguardo. Davanti a tutti, in tempo reale, sempre il solito Comet 51, Nur di Guido Morfeo, ma a vincere, in tempo compensato, ci ha pensato prima Togal, l’Este 31 di Stefano Calore che, giungendo quinto nella seconda prova, si è portato al comando della classifica del secondo gruppo e poi My Fair Lady, un Este 29 di Massimo Cadeddu, terzo nella prima prova, che è passata così in seconda posizione in classifica generale. Al comando rimane invece l’IMX40 Muzica, di Claudio Cresci, secondo in entrambe le prove, mentre Copsys, il First 31.7 di Paolo Sgritta, rimane al comando del terzo gruppo e l’Este 24 Sailing Roma 1, della scuola di vela del circolo, nel quarto. Nella classe diporto Hurricane, il Sunfast 37 di Fabrizio Venturini, ha vinto entrambe le prove, mantenendo così saldamente il comando della classifica di classe.  Prossimo appuntamento per il 7 marzo, con l’ultima regata e la premiazione Le classifiche on line sono sul sito www.romaper2.org, sul link Campionato Invernale.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.