Due Vittorie per “+39”

Stupenda regata contro i padroni di casa di “Victory” e nel derby con “Mascalzone Latino -Capitalia”  Malmoe. Due bellissime vittorie, una contro i padroni di casa di “Victory”, l’ altra nel derby con “Mascalzone Latino-Capitalia”. Il sito ufficiale della Coppa America saluta il doppio successo con: “+39 ruba la scena ai big team”. La barca che batte il guidone del Circolo Vela Gargnano, che porta sulle vele Regione Sicilia, Fondiaria-Sai e Sergio Tacchini, guadagna così il suo terzo punto in queste regate svedesi della Louis Vuitton Cup. Bellissima ed appassionante la prima gara della giornata che vedeva “+39” opposta ai padroni di casa di “Victory”, quinti classificati nell’ultima Coppa America, primi (poi squalificati) a Valencia nelle gare in flotta, una bella carena firmata dai Frers, i padri della “Luna Rossa” del 2000. Sole e vento sui 15 nodi, in partenza le due barche “spaiano”. “+39” parte sulla nave Giuria, “Victory” in boa. Il vento è sui 15 nodi, c’è un bel sole. Si scatta alla pari. Saranno le due rotte a dare ragione a uno o all’altro. Il gioco a zona inizia a premiare i nostri. Il vantaggio è prima sui 25 metri, una lunghezza. Aumenta via via ci si avvicina alla prima boa. Il distacco quando salgono gli spinnaker è di circa 100 metri. Magnus Holmberg, skipper che gioca in casa, e che conosce ogni angolo di questo mare, cerca una rotta alternativa che gli permetterà di ridurre il distacco nel lato in poppa. La seconda risalita del vento, la bolina, è un altro capolavoro del tattico di “+39”, il britannico Ian Walker che guida alla perfezione il timoniere Iain Percy. L’intesa si vede. Le manovre sono tutte buone. “+39” va a controllare ogni mossa di “Victory”. “+39”, il team che difende i colori del Circolo Vela Gargnano, sembra trovarsi perfettamente a suo agio con questo vento medio, che non penalizza la “larghezza”. Con una lunghezza di vantaggio si arriva sulla boa che chiude la seconda bolina. Si issa lo spinnaker. 60 metri è il vantaggio. Holmberg va di qua e di là. I nostri controllano ogni mossa. Sul traguardo i secondi di vantaggio saranno 16., davanti ad un avversario agguerrito e che giocava in casa. “E’ la dimostrazione del buon lavoro svolto – dice Cesare Pasotti – gli allenamenti dimostrano che la strada è quella giusta. Far crescere l’equipaggio sia nella conoscenza del mezzo, sia nell’affiatamento, in attesa della barca vera, quella che sarà poi usata in Coppa”. Sempre con una brezza sui 15 nodi si disputa il derby con “Mascalzone Latino-Capitalia”. Buona la partenza con una lunghezza di vantaggio per Iain Percy e il tattico Ian Walker, 6 secondi avanti. Un bellissimo duello, prima “+39″ poi il sorpasso con 10 secondi di vantaggio per Mascalzone” che inizia la poppa ben posizionato. Sembrava una fuga, invece tutto si rimescola sul lato in poppa. Nuovo sorpasso di “+39” che passa con soli 8 secondi di vantaggio. Su “Mascalzone” c’è qualche problema. “+39” si avvantaggia ma giunge notizia di una penalizzazione per la barca del CV Gargnano che con una scotta (le corde) dello spinnaker è finita su una boa. “+39” sconta la penalità a metà bolina. “Mascalzone” riguadagna qualcosa. Restano 30 secondi di vantaggio che Percy e Walker possono gestire sul lato in poppa. Si allungheranno ancor di più: 50 secondi sarà il vantaggio finale e come ogni derby un punto che vale molto di più. Entusiasmo contenuto alla base. Gli applausi sono per tutto l’equipaggio, il timoniere Percy e il tattico Walker che ha “pilotato” la barca in modo ottimo nelle fasi di pre-partenza. “Domani si ricomincia – dice il team manager Cesare Pasotti – si continua a lavorare, la strada è lunga, ma che si sia lavorato bene lo confermano questi primi tre punti in altrettante giornate di gara”.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.