E’ Cominciata Oggi la Rotta del Levante

VITTORIA DI JUNOPLANO NELLA REGATA DI BRINDISI AL SECONDO POSTO CORSARO II SEGUITO DA GRIFONE III Brindisi, 6 agosto 2000. Alle 12.00 di oggi è stato dato il via alla 1″ tappa della Rotta del Levante: regata internazionale a tappe che ripercorrerà sotto il segno della concordia e della pace l’antico itinerario che per oltre 4.000 anni ha unito i popoli rivieraschi del Mediterraneo Orientale. La regata odierna prevedeva una regata a bastone di 4,12 miglia nautiche da svolgersi nelle acque antistanti il porto di Brindisi. Si è trattato di un banco di prova su un percorso breve dalla quale l’organizzazione ha ricavato dati utili per il proseguimento della regata. Le imbarcazioni sono molto vicine tra di loro come prestazioni e quindi è impossibile fare pronostici su eventuali favoriti. La tappa odierna ha sancito la vittoria di Junoplano di Sandro Buzzi mentre al 2¼ posto si è piazzata l’imbarcazione della Marina Militare Italiana Corsaro II seguita da Grifone III delle Fiamme Gialle. Domani alle 12 verrà dato il via alla 2″ Tappa Brindisi – Galaxidi (Golfo di Corinto, Grecia) di circa 230 miglia nautiche. Ordine d’arrivo e Classifica in tempo compensato Imbarcazione Armatore Categoria 1. Junoplano Sandro Buzzi Open 60′ 2. Corsaro II Marina Militare Italiana sloop 20,00 m. 3. Grifone III Fiamme Gialle sloop 16,50 m. 4. Revolution Fabio Degli Esposti Open 35′ 5. Lady Anne Francesco Gariazzo Cruising 72′ DNS Verdone Mak 46 Riccardo Termini Open 46′ DNS Shogun Fabio Artusi Ketch 52′ Nella serata di ieri, presso la sede della Lega Navale di Brindisi, è stata presentata la 1 ” edizione della Rotta del Levante: regata internazionale a tappe che ripercorrerà sotto il segno della concordia e della pace l’antico itinerario che per oltre 4.000 anni ha unito i popoli rivieraschi del Mediterraneo Orientale. Questi i porti che verranno toccati dalla manifestazione: Brindisi – Galaxidi (Grecia) – Pireo – Finike (Turchia) – Larnaka (Cipro) – Beirut (Libano). Per primo ha preso la parola l’ Ammiraglio Renato Fadda, presidente della Lega Navale di Brindisi, sottolineando la duplice valenza di questa regata che, oltre all’indubbio valore sportivo, intende soprattutto portare un significativo simbolo di pace presso i popoli del Mediterraneo Orientale che, al di là delle diverse culture, sono comunque uniti da un passato comune. Successivamente è intervenuto Cino Ricci, promoter della manifestazione, che ha dichiarato: “Toccheremo località storiche come Galaxidi, dove venivano costruiti i velieri e i caicchi che per secoli hanno solcato il Mediterraneo, Finike con le sue splendide coste, tra le più belle del mondo, Larnaka a Cipro, importante crocevia per i naviganti di ogni epoca, per raggiungere infine Beirut, punto di congiunzione per l’Oriente che nei secoli ha permesso lo scambio di merci e l’incontro di tante culture. Anche noi, in un certo senso siamo dei pionieri, questa è stata una regata difficile da organizzare: l’itinerario è impegnativo, i porti da raggiungere sono lontani e il punto d’arrivo, Beirut, costringerà gli equipaggi a un ritorno molto impegnativo a causa dei forti venti contrari. E’ una regata per equipaggi coraggiosi che dovranno affrontare molte difficoltà.” L’Ambasciatore italiano in Libano Giuseppe Cassini ha voluto ricordare, oltre al significato sportivo e di pace, l’obiettivo ecologico: il Mediterraneo è un mare per il quale occorrono più di 80 anni per un completo ricambio e contribuire alla sensibilizzazione in questo senso – soprattutto dei giovani – permetterà di creare una coscienza nuova, necessaria per la salvaguardia di questo inestimabile bene comune. Cassini ha voluto anche ricordare che il Libano ora è un paese in pace che sta ricostruendo una nuova prosperità anche se purtroppo a questi sforzi viene dedicata poca attenzione da parte dei media italiani. Anche il Sottosegretario alla Difesa On. Massimo Ostillio – purtroppo non presente per le cattive condizioni meteo che gli hanno impedito di raggiungere Brindisi in elicottero – ha fatto pervenire il suo augurio personale ricordando che le Istituzioni italiane appoggiano e condividono pienamente le finalità di questa manifestazione che contribuirà in modo significativo anche all’immagine del nostro paese all’estero. Il Sindaco di Brindisi Giovanni Antonino ha rammentato il contributo dell’Unicef a questa regata e l’importanza di sensibilizzare i giovani – soprattutto i bambini – per una nuova coscienza ecologica e per superare le incomprensioni che ancora impediscono al processo di pace di realizzarsi: un giorno si smetterà di versare petrolio sui fondali e sangue sulle coste del nostro mare: questo è il sogno che deve accomunare tutti i giovani del Mediterraneo.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.