Favini Vince l’Etruria Cup

FAVINI VINCE L’ETRURIA CUP, PRIMA TAPPA DEL CIRCUITO ITALIANO VOLVO CUP UKA UKA DI SANTINI CONCLUDE AL NONO POSTO Scarlino (GR), 2 marzo 2008 Dopo il forzato stop di ieri, causa la totale assenza del vento, questa mattina, un po’ in ritardo rispetto all’orario prestabilito (ore 10:00) la brezza ha cominciato finalmente a soffiare ed il Comitato di regata è riuscito a dare la partenza della terza prova dell’Etruria Cup regata valida per il circuito italiano Volvo Cup. Tre le prove disputate nella giornata odierna e tre vincitori diversi: la prima è stata vinta dall’olimpionico classe 470, il ravennate Matteo Ivaldi al timone di Brontolo che ha preceduto di qualche metro il luinese Flavio Favini alla barra di Blu Moon. Nella seconda prova arrivo al fotofinish tra Alfa Spider dei fratelli Pavesio con al timone il triestino Gabriele Benussi e alla tattica il portoghese Hugo Rocha e Sherekhan di Maurizio Cardascio con al timone Sandro Montefusco e alla tattica un altro triestino, Gianfranco Noè. Ad avere la meglio per qualche centimetro è stata la coppia Montefusco- Noè. Nella terza e conclusiva prova, con un vento di 10 – 11 nodi da 190° a virare in prima posizione tutte le boe e quindi a tagliare per primi la linea di arrivo sono stati gli svizzeri di Poi Zon Rouge con al timone Jean Marc Monard. Migliore degli italiani Pilot Italia di Gianni Catalogna con al timone il goriziano Alberto Bolzan e alla tattica Enrico Fonda. Piuttosto deludente la prestazione di Uka Uka Racing Team dell’armatore civitanovese Lorenzo Santini, con al timone Lorenzo Bressani, alla tattica Tommaso Chieffi, alle scotte Federico Michetti, alle drizze, chiamato a sostituire l’armatore, il modenese Giorigio Benussi e a prua Francesca Prina. Il team di Santini ha ottenuto un discreto sep timo posto nella prima prova odierna perdendo due posizioni nel corso dell’ultima poppa (in boa di bolina era quinto). Nella seconda prova tutto stava andando bene, sino alla virata alla seconda boa di bolina, quando Uka Uka stava occupando la sep tima posizione. I primi sei strambano tutti e si dirigono sulla sinistra del campo, mentre Uka Uka prosegue e stramba in prossimità della lay line di destra. Il vento aveva girato 20° sulla sinistra; il team di Santini perde ben tredici posizioni, concludendo in ventesima posizione. La classifica finale dell’Etruria Cup è molto molto corta a testimonianza dell’elevato livello agonistico della classe Melges 24. Blu Moon, Rossini – Favini 5 – 1 – 2 – 9 – (10) 17 punti Sherekhan, Cardascio – Montefusco 7 – 5 – 4 – 1 – (19) 17 punti Alfa Spider, Pavesio – Benussi 1 – 8 – (13) – 2 – 9 20 punti Alina Helly Hansen, Abbà – Valerio 11 – 3 – (45) – 6 – 7 27 punti Pilot Italia, Catalogna – Bolzan 8 – 10 – 11 – (DNC) – 4 33 punti Il prossimo appuntamento per l’Uka Uka Racing Team sarà lo Snim, classico ed importantissimo appuntamento a Marsiglia dal 21 al 24 marzo.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.