Ferretti S.p.a. Firma Accordo per l’Acquisizione dei Cantieri Apreamare S.p.a.

Ferretti S.p.A. (Ferretti, Riva, Pershing, Bertram, CRN, Custom Line, Mochi Craft): continua l’espansione dell’azienda forlivese nel sep tore nautico. Firmato accordo per l’acquisizione dei cantieri Apreamare S.p.A. di Sorrento (NA), storico cantiere specializzato nella produzione di imbarcazioni tipo gozzo sorrentino. Con questa operazione il Gruppo Ferretti rafforza ulteriormente la propria posizione di leadership nel sep tore. Ferretti S.p.A., società a capo del Gruppo Ferretti, e quotata al segmento STAR della Borsa Italiana, tra i leader al mondo nella progettazione e costruzione di motor yacht di lusso e di imbarcazioni sportive, ha firmato un accordo per l’acquisizione dei cantieri Apreamare S.p.A. di Sorrento (NA). L’operazione, che ha un valore complessivo di circa 40 miliardi di lire, consente al Gruppo Ferretti di consolidare la propria leadership produttiva e distributiva nella fascia alta del segmento dei motor yacht di lusso, dove, è già presente con un’ampia gamma di imbarcazioni attraverso i marchi Ferretti, Riva, Pershing, Bertram, CRN, Custom Line e Mochi Craft. Nello specifico, l’accordo si è concretizzato attraverso la costituzione di una newco – che rileverà il 100% di Apreamare S.p.A. – di cui Ferretti controllerà il 70% del capitale, mentre la restante parte delle azioni della nuova società sarà posseduta da imprenditori locali. Cataldo Aprea e Salvatore Pollio manterranno i rispettivi ruoli operativi nella società, continuando a ricoprire le cariche di Amministratore Delegato e Presidente di Apreamare S.p.A., e nel Consiglio di Amministrazione saranno affiancati da alcuni manager del Gruppo Ferretti. Nel corso dei primi giorni di sep tembre è previsto il closing dell’operazione attraverso la girata delle azioni. Il cantiere sorrentino inizia la propria attività con la denominazione Apreamare nel 1988, anno in cui Cataldo Aprea e Salvatore Pollio fondano a Sorrento il cantiere nautico specializzatosi nel tempo nel segmento di produzione del gozzo sorrentino di dimensioni comprese tra i 7 e 12 metri di lunghezza con velocità superiori ai 30 nodi. Apreamare commercializza i propri prodotti su scala mondiale, attraverso una rete di dealer presenti in Asia, America ed Europa. Le tipiche imbarcazioni prodotte si posizionano nell’alto di gamma per la sintesi tra qualità, eleganza ed attenzione ai dettagli, abbinate alle grandi prestazioni e all’elevata affidabilità. Nel corso del 2000, Apreamare ha registrato un valore della produzione superiore ai 31 miliardi di lire ed un margine operativo lordo di circa 3 miliardi di lire. Nel corso del medesimo esercizio, inoltre, nei due stabilimenti di Sorrento e di Castellamare di Stabia sono state prodotte e vendute 117 imbarcazioni, con un organico di 60 dipendenti. “Per Apreamare – afferma Cataldo Aprea, Amministratore Delegato della società sorrentina – l’ingresso nel Gruppo Ferretti potrà permettere di accelerare e consolidare il suo processo di sviluppo, già molto significativo negli ultimi anni, beneficiando, tra l’altro, delle sinergie produttive e commerciali di una realtà leader indiscussa nel sep tore nautico di fascia alta”. “Siamo molto soddisfatti di questa operazione – spiega Norberto Ferretti, presidente del gruppo forlivese – in quanto il marchio ed il prodotto Apreamare si integrano perfettamente con gli altri prodotti del gruppo, senza nessuna sovrapposizione, in quanto si tratta di imbarcazioni di alto profilo con caratteristiche molto peculiari che occupano una nicchia di mercato in cui il cliente ricerca lusso, rifiniture, dettagli e buona navigabilità”. Per Ferretti S.p.A. l’operazione conferma la strategia di continua crescita della società nel mercato delle imbarcazioni a motore di fascia alta, che si è sviluppata a partire dal 1998 grazie alle acquisizioni di Custom Line, Pershing e dell’americana Bertram, passando attraverso l’acquisizione dei cantieri CRN di Ancona – una tra le più importanti aziende mondiali produttrici di mega yacht di lusso – per arrivare, nel corso del 2000, alle acquisizioni dei cantieri Mochi Craft di Pesaro e dei prestigiosi cantieri Riva di Sarnico – marchio nautico tra i più noti al mondo. In termini previsionali, la continua crescita del portafoglio ordini e le consegne di imbarcazioni in programma nell’ultimo trimestre consentono di stimare una positiva evoluzione sull’intero esercizio con una consistente crescita del fatturato, previsto intorno ai 500 miliardi di lire, ed un miglioramento del margine operativo percentuale rispetto al dato al 31 agosto 2000. Milano, 3 agosto 2001

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.