Dopo oltre 4.000 miglia di navigazione, Fila Tri di Giovanni Soldini è giunto a Porto Lotti, porto d’ormeggio d’elezione del navigatore milanese ormai da molti anni. L’approdo turistico spezzino, infatti, ha ospitato tutte le barche di Soldini, ad iniziare dal varo del 50′ Kodak nei primi anni novanta, per continuare con il sessanta piedi Fila vincitore del giro del mondo e per finire con la festa di presentazione proprio del trimarano, lo scorso luglio 2001. Partito da San Salvador de Bahia in Brasile, al termine della regata transoceanica Jaques Vabre, Soldini è stato costretto a fare tappa nei porti di Cadice e di Almeria a causa delle avverse condizioni meteo. Poi, accompagnato dai compagni Vittorio Malingri, Guido Broggi, Tommaso Stella e Alberto Sonino, Giovanni ha affrontato una dura tempesta nel Golfo del Leone dove, a secco di vele, Fila tri ha raggiunto la incredibile velocità di 27 nodi. L’arrivo nel tranquillo e riparato ormeggio di Porto Lotti ha quindi rappresentato per il gruppo un vero e proprio “ritorno a casa”. L’imbarcazione è stata ormeggiata nella darsena dell’approdo spezzino, dove rimarrà per un’altra sep timana prima di essere alata e condotta in cantiere per il rimessaggio e una serie di lavori.