bannermercury

Groupama 4 Terzo a Cape Town

Terzi a Cape Town, gli undici uomini di Groupama 4 sono stati calorosamente accolti dai loro cari, dagli organizzatori della Volvo Ocean Race e dal pubblico dell’Africa del Sud. Un po’ affaticati dalla lentezza finale di questa prima tappa e delusi dall’assenza di confronto con i loro concorrenti, Franck Cammas ed il suo equipaggio sono consapevoli della caratteristica della corsa che è costituita dal concatenarsi di regate classiche e da corse oceaniche. Il risultato a Cape Town è in ogni caso incoraggiante per il seguito e, il solo neo, resta uno scalo troppo breve in Africa del Sud… Franck Cammas, skipper : “Siamo lieti di essere arrivati perché gli ultimi giorni sono stati un pò troppo lunghi! Non abbiamo avuto la fortuna di rientrare in lizza, in particolare negli ultimi tre giorni quando eravamo dietro al fronte. Abbiamo dovuto ripartire al Sud: è stato divertente perché abbiamo visto un bel po’ di albatri e abbiamo potuto allenarci nei Quarantesimi…Non è poi male, non eravamo proprio in modalità corsa, anche se abbiamo sempre conservato un ritmo più veloce possibile: Perché abbiamo ancora un sacco di cose da imparare su Groupama 4 e abbiamo potuto spingerlo al massimo in diverse situazioni. In definitiva, siamo più forti oggi che non alla partenza da Alicante, e questo è quello che conta di piu’. Siamo terzi sul podio con ancora tutte le chance per il seguito. E poi arriviamo con una barca che ha il 100% del suo potenziale e quando si vede quello che è accaduto ad altri, è altrettanto importante! In termini di pura performance siamo stati molto contenti delle prime ore di gara, quando Groupama 4 ha dimostrato un’eccellente velocità. Abbiamo la barca che può farci vincere, anche se la vittoria si gioca anche su altri parametri…La tappa di Cape Town sarà più breve del previsto e questo è un peccato perché l’Africa del Sud ha l’aria molto accogliente. Abbiamo solo quattro giorni di sosta prima di rientrare in gara lunedì prossimo. Ma stiamo comunque meglio di altri equipaggi ancora in fase di conferma!” Thomas Coville, capo turno: ” E da qualche giorno mi dico che la squadra tecnica, il design team, tutti quelli che hanno concepito e costruito Groupama 4 si meritano un bellissimo terzo posto ed avrebbero anche potuto ampiamente vincere…Siamo noi navigatori che siamo ultimi! (sorriso). Però abbiamo riportato la barca intera; abbiamo saputo usarla ma non ci siamo trovati nel posto giusto per dimostrare che eravamo forti come i primi… Ci tengo comunque a felicitare Telefonica che ha fatto una corsa splendida, con una traiettoria perfetta. Ma è tutt’altro che finita, per fortuna. Abbiamo costruito molto dal punto di vista psicologico e appreso molto del nostro gruppo. Anche se tecnicamente parlando avremmo preferito confrontarci con gli altri per far evolvere la barca per il resto della gara. E’ solo la prima tappa e dal punto di vista contabile è un ottima operazione. ” Jean-Luc Nélias, navigatore: ” Una prima tappa con poco vento, un pò lunga, dove abbiamo scontato la nostra scelta, lungo le coste marocchine, perché il vento non ci ha dato ragione. Il re Nettuno non è stato generoso con noi! Ci siamo regolarmente trovati in condizioni di vento poco favorevoli con poca o nulla brezza: la notte scorsa non si avanzava proprio…Questo ci ha fatto arrivare tre giorni dopo il primo, ma comunque terzi, sul podio. Siamo sempre all’attacco con otto tappe ancora da percorrete. Potremmo essere nove volte terzi e vincere la Volvo Ocean Race, no? Ci sono momenti dove occorre scegliere: delle barche hanno puntato a destra, altre, come noi, a sinistra. Uno non ha fatto una scelta, ci ha seguiti ed alla fine si è ritirato! Non possiamo sorvegliare sempre i nostri concorrenti e si devono fare scelte, volare con le proprie ali. Ma il morale resta buono: Siamo arrivati Cape Town ! Siamo sul podio… ” Dopo una buona cena, un bicchiere di birra o di vino, secondo i gusti, l’equipaggio di Groupama 4 ha approfittato di una buona nottata in famiglia, con lenzuola pulite. Un vero lusso dopo 24 notti passate in mare. Poi, prima di godersi i quattro giorni “off” è previsto un bel briefing con la squadra tecnica che segue la manutenzione di Groupama 4, con l’ufficio studi e con la cellula “vele”. Per affrontare la prossima tappa e la prossima gara “In Porto” nelle migliori condizioni nei confronti di concorrenti temibili. Classifica dopo le due prime manches (in-port à Alicante e Alicante-Cape Town) 1-Team Telefonica (Iker Martinez) 1+30 = 31 punti 2-Camper with Emirates Team New Zealand (Chris Nicholson) 4+25 = 29 punti 3-Groupama 4 (Franck Cammas) 2+20 = 22 punti 4-Abu Dhabi Ocean Racing (Ian Walker) 6+0 = 6 punti 5-Puma Ocean Racing powered by BERG (Ken Read) 5+0 = 5 punti 6-Team Sanya (Mike Sanderson) 3+0 = 3 punti

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.