Hanno Vinto le Balene della Bassa California

Dopo mesi di proteste di molte associazioni ambientaliste internazionali, il presidente messicano Ernesto Zedillo ha deciso di arrestare il progetto di ampliamento delle saline nelle vicinanze della laguna San Ignacio, importante zona di riproduzione e sosta delle balene grigie. Il progetto congiunto della Mitsubishi Corporation e del governo messicano aveva mobilitato l’opinione pubblica mondiale, preoccupata dei possibili effetti negativi sui cetacei. Nel ribadire che, al contrario, gli studi di impatto ambientale non prospettavano alcun rischio, il presidente messicano ha però annunciato di avere preferito dedicare quella zona all’ecoturismo. La salina, un progetto di oltre 150 milioni di dollari, sarebbe dovuta sorgere nei pressi della laguna, dichiarata dall’ Unesco una zona di importanza mondiale nel 1993. I gruppi ambientalisti hanno esultato alla notizia: “è stata una lunga battaglia durata per cinque anni contro una delle più ricche società del mondo e contro il governo messicano” ha dichiarato Homero Aridjis, presidente del Gruppo dei 100, la prima delle associazioni a denunciare il piano; nel luglio scorso 34 fra gli scienziati più rispettati del mondo avevano firmato una petizione per la salvaguardia della laguna.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.