I Mascalzoni Sesti al Termine del Round Robin del Louis Vuitton Act 12

Valencia, 28 giugno 2006 Mascalzone Latino-Capitalia Team termina al sesto posto il Round Robin del Louis Vuitton Act 12. Mauro Pelaschier, coach, riassume le due ultime prove contro BMW Oracle Racing e Team Shosholoza. “Due regate difficili oggi, poiché le condizioni del vento sono state contraddistinte sia da un’intensità variabile sia dall’instabilità nella direzione. “Nella prima regata, quella contro BMW Oracle Racing, siamo partiti con vento da 13 o 14 nodi che è subito calato e ha messo in difficoltà gli equipaggi nel controllo reciproco. Contro Oracle siamo partiti bene. Abbiamo rischiato la penalità, ma ci è andata bene. Poi abbiamo preso la sinistra e non siamo mai riusciti a incrociarli davanti. Dopo 4 o 5 virate sottovento, con un leggere vantaggio -quasi di una lunghezza- all’ultimo incrocio Oracle ci ha puntato e noi abbiamo virato forse leggermente in ritardo e così è riuscito a rollarci e a controllare la regata. “Appena acquisito lo svantaggio, abbiamo tentato alcune virate “finte” ma non siamo riusciti a trarre in inganno Chris Dickson e qui si è chiusa la regata. “Nella seconda prova ancora un’ottima partenza, durante la quale abbiamo dato una penalità a Shosholoza senza “finirlo”, come si dice in gergo: gli abbiamo infatti concesso di partire, ma questo ha fatto sì che al terzo incrocio, in virtù di una velocità migliore, sia riuscito a cominciare a guadagnare acqua nei nostri confronti. Nel corso della prima bolina noi abbiamo difeso la destra e lui ovviamente era costretto a virare sulla sinistra. C’era un grande temporale che si è formato in quella direzione e lui ha usufruito di un salto di vento forte sulla sinistra finché è passato davanti e ci ha controllato fino alla boa, passandola con tre lunghezze di vantaggio. “In casi come questi, la regata diventa difficile per chi insegue, perché nella seconda bolina con il marcamento si perde ancora acqua nei confronti dell’avversario. La nostra mossa vincente è stata in poppa, quando siamo riusciti a mantenere una distanza tale da impedire a Shosholoza di compiere la penalità e vincere la regata. “Abbiamo vinto grazie a una buona partenza. Tutto sommato imputerei molto i distacchi della giornata alla nostra barca, che è di vecchia generazione quindi leggermente inferiore come prestazioni ai nostri avversari”. Le regate riprenderanno a Valencia venerdi 30 giugno 2006 con semifinali e finali. Classifica del Louis Vuitton Act 12 al termine del Round Robin: 1: Emirates Team New Zealand, 11 2: Luna Rossa Challenge, 10 3: Team Alinghi, 8 4: BMW Oracle Racing, 8 I primi quattro si contenderanno in semifinali e finali i primi quattro posti della classifica finale. 5: Desafio Espanol, 7 6: Mascalzone Latino-Capitalia Team, 6 7: Victory Challenge, 6 8: Team Shosholoza, 3 Il secondo gruppo si contenderà i posti dal quarto all’ottavo. 9: Areva Challenge, 3 10: +39 Challenge, 3 11: United Internet Team Germany, 1 12: China Team, 0 Il terzo gruppo si contenderà i posti dal nono al dodicesimo.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.