40HP and Active Trim Pack - Testa (970x160)

I Programmi della Federvela per il 2003

E’ durato ben tre giorni l’ultimo Consiglio Federale della Federazione Italiana Vela, svoltosi a Genova. Nella riunione-fiume, la quinta dell’anno, sono stati presi in esame i programmi e i relativi piani di spesa di tutti i sep tori e i Gruppi di Lavoro della FIV: gestione generale, promozione immagine e comunicazione, attività agonistica e squadre federali, pianificazione attività agonistica, formazione e impiego quadri tecnici. Tra le decisioni di particolare rilievo, l’approvazione da parte del Consiglio FIV della prima bozza di programma della preparazione olimpica nel 2003-2004, il varo del nuovo tesseramento per il 2003, la bozza di calendario regate che andrà ora al vaglio delle Zone periferiche, l’approvazione dei contratti dei tecnici federali, l’approvazione dei criteri selettivi per i Mondiali IMS di Capri, l’aggiornamento del registro degli istruttori federali, che conta al momento 620 unità. Sono state infine affiliate alla FIV altre 6 nuove società: Yacht Club Palau, Yacht Club Porto San Rocco di Muggia, Homerus (l’associazione dei velisti non vedenti), Circolo Velico Annje Bonnie di Como. Di questi e altri argomenti è possibile prendere visione sul website ufficiale della FIV: www.federvela.it. Il Consiglio della Federvela ha inoltre dato impulso al proseguimento dell’iter burocratico-amministrativo per la concretizzazione del progetto relativo alla nuova Deriva Nazionale FIV, con l’inizio della produzione di stampi e prototipi. Al più presto sarà svolta la gara per la scelta del cantiere. Di particolare importanza anche la scelta della Federvela per una nuova impostazione delle età nelle classi giovanili: è stata abbassata di un anno l’età minima per l’inizio dell’attività agonistica, che passa da 12 a 11 anni. Previste anche categorie per ogni singola età, volte a offrire riconoscimenti sportivi anche a giovani che avrebbero scarse possibilità tecniche contro i più grandi, mentre è anticipata da 15 a 14 anni l’uscita dalle classi giovanili, per facilitare il passaggio generazionale alle classi superiori e alla vela olimpica. Maggiore impulso verrà anche dato alla vela pre-agonistica, dei giovani di 9-10 anni, ai quali resterà riservata la tradizionale Coppa Primavela. Il Presidente FIV Sergio Gaibisso ha commentato queste decisioni del Consiglio: ” Da quello che si vede restare troppo nell’Optimist può portare a un’assuefazione che diventa negativa, ossia i ragazzi non si fidano a passare alle altre classi perché fanno più fatica, devono ripartire da zero, e a 15 anni ci sono altre cose che possono attirare, forse meno faticose e più gratificanti.” Gaibisso ha parlato anche del lancio della nuova Deriva Nazionale FIV: “Cerchiamo di avere a breve gli stampi, realizzare alcuni prototipi, provarli, e nel frattempo mettere insieme un programma adeguato per il lancio della barca. Cantieri interessati ce ne sono già, anche alcuni di grosso livello. Con il progettista c’è un ottimo rapporto, ci sono già molte richieste di gente interessata. Tra l’altro la nuova deriva federale potrebbe essere una barca per fare un’attività di match race limitata a livello di circolo, per avvicinare anche i giovanissimi a questo tipo di vela resa popolare dalla Coppa America.”

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.