I° Trofeo Memorial Danilo Folli

Milano, 7 aprile 2005 – Desideriamo segnalare a tutti gli staristi ed appassionati, che i prossimi 23-24 aprile, per l’organizzazione della Lega Navale Italiana Sezione di Mandello del Lario, si terrà il I° Trofeo Memorial Danilo Folli. Nel ricordare la figura di uomo e velista, nonché il ruolo unico che egli ha ricoperto nella classe Star, riportiamo di seguito il profilo di Danilo Folli come presente nel bando di regata della manifestazione a lui dedicata. Danilo, Danilo Folli, una storia lombarda, un uomo con la “U” maiuscola, che amava ciò che realizzava con la sua intelligenza, il suo spirito di osservazione. Stupiva la sua capacità di capire i problemi e studiarne le soluzioni, provava e riprovava fino ad ottenere il massimo risultato. Di poche parole, preferiva i fatti. Sempre disponibile a dare una mano a chi, come lui, amava la “Star”. A Milano, con l’amico Berlini, aprì un laboratorio artigianale per la soffiatura e la molatura del vetro artistico; in seguito, a livello industriale, produsse bicchieri in cristallo molato. Veniva in Lega Navale, da poco fondata a Mandello del Lario, per rilassarsi regatando con la “Star”, imbarcazione difficile da condurre, molto tecnica, che richiede per vincere padronanza delle molte regolazioni per una “messa a punto” ottimale. E Danilo vinceva: divenne Campione Italiano nel 1974. Approfondendo la conoscenza dell'”Imbarcazione”, si cimentò nel perfezionarla, scegliendo le attrezzature che provava poi in regata. Il giro di boa avvenne quando Gilberto Colombo, architetto appassionato di nautica, progettò il modello della star dal quale fece lo stampo. Apprezzato per il carattere e l’impegno, amici come l’ingegner Giulio Cesare Carcano, gli diedero suggerimenti sulle tolleranze di stazza I.S.C.Y.R.A., determinanti per ottenere il massimo risultato. Folli iniziò così a produrre la sua “Star”. Lo spirito imprenditoriale lo portò a trasferirsi con la famiglia a Mandello, aprendovi il cantiere, dove il suo perfezionismo lo spingeva a migliorare nei minimi dettagli, costantemente, il suo “prodotto” con amore. Il premio alla sua determinazione arrivò con i riconoscimenti internazionali: Campioni Mondiali come Roberto Benamati, Giorgio Gorla, Alfio Peraboni, Mark Reynolds, Vincent Brun, Paul Cayard, Fredrik Loof vollero, per vincere, le “star” di Danilo Folli. Oggi la figlia Cristina e i figli Alessandro e Andrea, nel cantiere di Abbadia Lariana continuano a produrre e vendere la “star” Folli; noi, ammirati, li ringraziamo d’aver saputo conservare questo patrimonio trasmesso dal loro padre. Vicina sempre la loro mamma, signora Liliana, che come tutte le mogli di uomini eccellenti, ha saputo dare il suo silenzioso contributo al successo famigliare. Per questo la Lega Navale Italiana sezione di Mandello del Lario, ha deciso d’istituire in ricordo di Danilo Folli il 1° Trofeo Memorial a lui intestato.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.