“idea” Costretta al Ritiro Dalla Middle Sea Race

Malta, 4 novembre 2001 – Le condizioni meteorologiche proibitive con un vento da nord/nord est a oltre 45 nodi di intensità e mare 6/7, hanno costretto al ritiro “Idea” per una grave avaria all’attrezzatura che impediva di fatto la possibilità di continuare la navigazione nella Middle Sea Race, una delle più classiche regate d’altura del Mediterraneo. Infattti dopo circa tre ore dalla partenza avvenuta ieri alle ore 11.00 dal porto di Marsamxett, a Malta, il maxi yacht dell’armatore napoletano Raffaele Raiola incorreva in una grave avaria, la rottura del boma, che la costringeva a fare ritorno verso il porto di partenza. Le condizioni meteomarine si dimostravano subito molto dure anche per il resto della flotta che in parte ritornava verso Malta e in parte si ridossava verso Siracusa: a distanza di un solo giorno dal colpo di cannone sono attualmente meno di 10 le imbarcazioni che ancora sono in regata. Una partecipazione sfortunata quella del maxi yacht timonato dal barese Paolo Semeraro e che comunque subito aveva capito che anche se non fosse accaduto nessun incidente sarebbero state molto remote le possibilità di battere il record, vista la probabilità di compiere buona parte del percorso ad andature di bolina e non portanti, condizioni cioe’ pi? favorevoli per navigare a grande velocità. “Idea” sarà di nuova a Malta nel 2002 per la prossima edizione della Middle Sea Race e per tentare di infrangere il record stabilito nel 2000 da “Zephirus Iv” che ha coperto il percorso di 607 con il tempo di 64 ore, 49 minuti e 57 secondi.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.