Ii° Trofeo Fuorivento

Marina San Giusto 1-2 ottobre La polisportiva “Và Pensiero” di Parma vince la seconda edizione del Trofeo Fuorivento Due giorni di vela ed integrazione sociale, tra velisti e ragazzi appartenenti all’area del disagio psichico La polisportiva “Và Pensiero” di Parma vince il secondo Trofeo Fuorivento battendo, nel match-race finale, la rappresentativa “Fuoric’entro” di Trieste, in una due giorni di regate di grande successo sotto il profilo sportivo e d’integrazione sociale. Fondamentale l’apporto dei velisti professionisti della Guardia di Finanza di Gaeta (Romolo Emiliani, Vittorio Rosso, Andrea Casali) e di alcuni promettenti talenti velici dell’Istituto Tecnico Nautico di Trieste, che si sono alternati in regata sui veloci monotipi J24, in una manifestazione organizzata dal coordinamento regionale dell’ Associazione Nazionale delle Polisportive per l’Integrazione Sociale e da Marina San Giusto Yacht Club. Per il secondo anno consecutivo velisti di classe internazionale e ragazzi appartenenti all’area del disagio psichico provenienti da tutt’Italia hanno dato vita non solo ad una regata, ma a un momento sociale di grande importanza, veleggiando assieme, senza distinzioni nè compromessi, all’insegna della grande passione per il mare. I tre monotipi J24 si sono dati battaglia a pochi passi dal Molo Audace, nell’area del Bacino San Giusto, in un breve percorso a bastone che ha permesso a centinaia di persone, presenti sulle Rive di Trieste, di assistere alla regata. I sei equipaggi al via, in rappresentanza delle polisportive “Fuoric’entro” (Trieste), “Atletic Nadir” (Prato), “Và Pensiero” (Parma), “Integrazione” (Torre del Greco), “Polisportiva Saline” (Volterra), e “Villaggio del Fanciullo” di Opicina (Trieste), si sono confrontati in due gironi eliminatori nella giornata di sabato. Le rappresentative di Prato, Parma, Volterra e Trieste (Fuoric’entro) hanno conquistato le semifinali, disputate all’insegna del match-race al meglio delle tre prove in una serie di regate altamente spettacolari, con bordeggi e manovre a pochi metri da riva. Promossi in finale a pieni voti gli equipaggi di Trieste (2-0 con Volterra) e Parma (2-1 con Prato). Attorno alle 12.00 di quest’oggi è partita la regata decisiva, sempre all’insegna del match-race al meglio delle tre prove, con un vento di circa 6 nodi di intensità da 75°. I ragazzi della “Fuoric’entro” si sono imposti nel primo testa a testa facendo pensare a una vittoria dell’equipaggio di casa, ma l’equipaggio di Parma ha raccolto il meglio proprio nelle due prove decisive, sfruttando perfettamente le deboli raffiche di vento sottocosta e imponendosi per due volte consecutive, e aggiudicandosi la seconda edizione del Trofeo Fuorivento. Nella finalina per il terzo posto, invece, l’equipaggio di Prato ha battuto agevolmente la “Polisportiva Saline” di Volterra”, conquistando così il terzo posto finale. “Siamo felici di essere riusciti ad organizzare questa manifestazione per il secondo anno consecutivo – ha commentato Roberta Mantini, ideatrice del Trofeo Fuorivento. “Abbiamo concretizzato quello che sembrava un buon progetto sulla carta, ed ora possiamo permetterci di anticipare che il Trofeo avrà pure una terza edizione. Inoltre – ha proseguito – abbiamo istituito anche un Trofeo “challenge” con cui verrà premiata, in ogni edizione, la polisportiva vincitrice, che lo manterrà nella propria bacheca sino all’anno successivo”.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.