Il GC32 Oman Sail del Sultanato dell’Oman vince il primo evento 2015 Bullitt GC32 Racing Tour 2015 in Austria

Leigh McMillan e il suo equipaggio dell’GC32 Oman Sail del Sultanato dell’ Oman superano ogni aspettativa vincendo l’Austria Cup, primo evento del Bullitt GC32 Racing Tour  2015 sul lago Traunsee in Austria.

Con soli quattro giorni di allenamento alle spalle,  l’obiettivo del GC32 Oman Sail del Sultanato dell’Oman, prima dell’inizio dell’Austria Cup, era quello di chiudere l’evento sul podio. Già alla fine del secondo giorno di regate però l’equipaggio Omanita era in testa alla classifica generale; i due giorni successivi pertanto sono stati impiegati per consolidare il risultato e  conservare la posizione.

Nell’ultimo giorno dell’evento, il vento, finalmente di buona intensità, ha consentito di svolgere tutte le sei prove previste, alcune delle quali disputate internamente sui foil, confermando la consistenza dell’equipaggio del Sultanato dell’Oman. Complessivamente  McMillan e il suo equipaggio hanno aperto la giornata conclusiva dell’Austria Cup con una vittoria e l’hanno conclusa con un’altra vittoria, concludendo il primo Act del circuito 2015 Bullit GC32 al primo posto con un vantaggio di otto punti sul secondo classificato Spindrift racing, mentre Alinghi si è classificato al terzo.

Nei quattro giorni di regate, sono stati 14 i podi in 17 prove per il GC32 Sultanato dell’Oman, fatto che sottolinea la determinazione e l’impegno del team. Per McMillan comunque il successo è arrivato come una sorpresa.

Questo risultato rappresenta un inizio davvero inaspettato per la nostra campagna sul GC32.  Eravamo davvero degli esordienti in questa classe, anche se avevamo molta esperienza in altre barche: il team però è composto da tutti velisti che si conoscono bene e alla fine il risultato è arrivato. C’è sicuramente ancora molto da imparare, ma siamo sicuramente sulla buona strada e la nostra curva di apprendimento è stata fino ad ora molto veloce”.  McMillan ha poi reso omaggio al contributo dei velisti di Coppa America Alister Richardson e Glenn Ashby, ma nello stesso tempo ha fatto anche una menzione speciale al suo prodiere Nasser Al Mashari, che come Pete Greenhalgh è passato dagli Extreme 40 ai GC32 senza una preparazione specifica nella navigazione con i foil: “Non avremmo potuto vincere se Nasser non non fosse stato impeccabile nel suo ruolo. Aveva solo quattro giorni di allenamento alle spalle, ma ha imparato molto rapidamente. E’ un talento naturale.” 

Per Al Mashari, le regate sul lago Traunsee hanno rappresentato un momento importante non solo per il risultato finale, ma anche per la partecipazione a una nuova eccitante avventura Oman Sail. “E ‘stato un inizio davvero inaspettato per noi su una barca completamente nuova –  ha detto dichiarato il prodiere omanita – abbiamo avuto un grande spirito sulla squadra ed è stata un’esperienza incredibile per tutti noi. Siamo veramente felici ed orgogliosi di aver avuto l’opportunità di alzare la nostra bandiera dell’Oman qui in Austria in occasione del primo evento del circuito Bullitt CG 32“.

Il CEO di Oman Sail David Graham è stato testimone diretto di questa vittoria inaspettata. Graham è stato anche ospite a bordo del Sultanato dell’Oman per due regate. “Sono felicissimo per la squadra – ha dichiarato Graham – “i ragazzi hanno lavorato duramente per  arrivare qui e sono assolutamente entusiasta per loro. Hanno fatto un lavoro fantastico per tutto il paese“.

Il prossimo evento in 2015 Bullitt CG 32 Racing Tour è in programma a Cowes, Isola di Wight, dal 24 al 27 giugno.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.