Il Presidente Fiv Sergio Gaibisso Analizza il Dopo-hyeres

“Cauto ottimismo per i risultati e riconoscimento al merito del lavoro dello staff tecnico” “Possiamo esprimere un cauto ottimismo”: con queste parole il presidente della Federvela Sergio Gaibisso ha iniziato una breve riflessione sui risultati dei velisti azzurri all’importante tappa Eurolymp di Hyeres, la sep timana Olimpica Francese, conclusa con la conquista di una medaglia d’argento (Zandonà-Trani nella classe 470) e una di bronzo (Sibello-Sibello nella classe 49er). “Il cauto ottimismo si può esprimere sui risultati conseguiti da Zandonà-Trani, dai fratelli Sibello, da Marcolini-Bianchi (6° posto nel Tornado, ndr), e da Giulia Conti-Giovanna Micol (8° posto nel 470 femminile, ndr) – ha proseguito Gaibisso – Infatti con il nuovo formato delle regate olimpiche riuscire a entrare, al termine delle regate preliminari, nei 10 equipaggi ammessi alla “Medal Race” è sicuramente un risultato di grande rilevanza tecnica, a conferma della bontà del metodo applicato, nelle classi olimpiche, dallo staff tecnico”. Un commento, quello del presidente federale, che si è spinto anche oltre, fino a coinvolgere i vertici dello stesso staff tecnico: “Questi risultati vanno senza dubbio a merito del Direttore Tecnico Luca De Pedrini, al quale rinnovo la fiducia mia personale, dei responsabili della Preparazione Olimpica e del Consiglio Federale”.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.