Il Team Azzurra Passa ai Quarti di Finale

La Maddalena, 1 giugno 2010. Dopo due giorni di sosta forzata a causa del Maestrale, i team partecipanti al Louis Vuitton Trophy oggi hanno potuto finalmente riprendere le regate. Con i due match disputati oggi, il team Azzurra dello Yacht Club Costa Smeralda ha completato il round robin e ha conquistato un posto nei quarti di finale. Nella prima regata Azzurra è stata battuta da BMW Oracle Racing, mentre nel match seguente – quello determinante per il passaggio ai quarti – Francesco Bruni e i suoi ragazzi hanno sferrato un magnifico attacco sugli inglesi di Team Origin, sconfiggendoli con un solido vantaggio di oltre 1 minuto. Con i match disputati oggi, nonostante il round robin non sia ancora concluso per tutti e dieci i team in gara, sono stati matematicamente esclusi dai quarti di finale BMW Oracle Racing e i francesi di Aleph. La giornata di Azzurra non è iniziata bene, con una partenza non riuscita contro BMW Oracle Racing, Defender della 34esima Coppa America che sulla carta appare imbattibile: al timone c’è l’australiano James Spithill, il vincitore più giovane in assoluto della Coppa America che ha al suo attivo altre quattro sfide di Coppa e un titolo di campione mondiale di match racing. A un secondo dopo il via, con vento teso di 20 nodi al limite per queste barche di Coppa America, Azzurra aveva già accumulato uno svantaggio di quasi 60 metri e per l’equipaggio italiano è stato impossibile trovare una via di sorpasso. Spithill, con il fuoriclasse John Kostecki alla tattica, ha disputato una regata da manuale, consolidando via via il distacco su Azzurra. Nell’ultima poppa, grazie a un salto di vento favorevole e delle buone manovre, Bruni è riuscito ad avvicinarsi leggermente, ma gli americani hanno tagliato il traguardo con un vantaggio di 15 secondi. Avendo perso contro BMW Oracle Racing, a questo punto il team Azzurra doveva assolutamente vincere l’ultimo match del round robin contro gli inglesi di Team Origin: in caso di perdita, Azzurra sarebbe stata eliminata dalla competizione. Bruni e i suoi ragazzi hanno disputato una regata spettacolare contro un altro avversario straordinario, condotto dallo skipper e timoniere Ben Ainslie, detentore di tre ori olimpici, con il duplice oro olimpico Iain Percy alla tattica. Dopo una partenza quasi pari, le due barche si sono spinte all’estrema sinistra del campo di regata. Bruni e il suo equipaggio hanno sfruttato a loro favore ogni minimo salto di vento, costringendo Team Origin a seguirli nei loro rifiuti. Azzurra ha doppiato la prima boa con un vantaggio di 14 secondi e ha gradualmente consolidato il suo vantaggio a 19 secondi al cancello di poppa, 48 secondi all’ultima boa e 1 minuto e 3 secondi all’arrivo. A bordo di Azzurra come 18esimo uomo in questo match, Edoardo Recchi, Team Manager di Azzurra e Direttore Sportivo dello YCCS. Al termine di questa giornata decisiva, Francesco Bruni ha dichiarato: “La giornata di oggi e’ stata al contempo bella e brutta. Fortunatamente, dopo la delusione iniziale della sconfitta con BMW Oracle, ci siamo ripresi, abbiamo ritrovato la sintonia e la concentrazione giusta e siamo riusciti a conquistare il passaggio ai quarti di finale. Entrambe le regate si sono giocate in partenza: nella prima ho condotto bene la pre-partenza, ma poi ho fatto un errore di ‘time-on-distance’ [valutazione della distanza/tempo dal via] e sono partito in ritardo passando di fatto il controllo della regata a Spithill, che ha disputato un bellissimo match senza mai mollare la presa su di noi. Nella seconda, invece, siamo partiti molto bene, esattamente dove volevamo e con un buon controllo su Team Origin. Tommaso [Chieffi] e l’afterguard hanno fatto un ottimo lavoro nell’interpretare il vento e la tattica del match. I ragazzi si sono comportati benissimo anche nelle manovre, mantenendo la calma anche nei momenti più concitati. Ora dobbiamo cercare di mantenere il passo giusto e continuare su questa strada. Il campionato è ancora completamente aperto” Il programma di domani non è ancora stato definito nel dettaglio. E’ probabile che si concluda il round robin e a seguire inizino i quarti di finale. Le previsioni danno vento di 18-24 nodi. CLASSIFICA PROVVISORIA – ROUND ROBIN 1. 6 punti – Artemis, SWE, skipper Paul Cayard (8 regate disputate) 2. 5 punti – Emirates Team New Zealand, NZL, skipper Dean Barker (8 regate disputate) 2. 5 punti – Synergy, RUS, skipper Karol Jablonski (9 regate disputate) 4. 4 punti – Mascalzone Latino Audi Team, ITA, skipper Gavin Brady (7 regate disputate) 5. 4 punti – All4One, FRA/GER, skipper Jochen Schumann (7 regate disputate) 5. 4 punti – Azzurra, ITA, skipper Francesco Bruni (9 regate disputate) 5. 4 punti – TEAMORIGIN, GBR, skipper Ben Ainslie (8 regate disputate) 8. 3 punti – Luna Rossa, ITA, skipper Ed Baird (9 regate disputate) 9. 3 punti – BMW ORACLE Racing, USA, skipper James Spithill (9 regate disputate) 10. -2 punti – Aleph, FRA, skipper Bertrand Pacé (8 regate disputate) La classifica provvisoria delle regate è visibile sul sito www.azzurra.it

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.