Il Team Sony Vince a Napoli il Round uno

NAPOLI – Il Team Sony capitanato da Mario Invernizzi alle manette del gas, Giovanni Carpitella al volante, Christian Rivolta alla cartografia e strumentazione di bordo e il sottotenente di vascello della Guardia costiera Giuseppe Quattrocchi, ha vinto a Napoli la prima prova del Gran Premio d’Europa tappa conclusiva del Campionato Mondiale Powerboat P1 di classe Evolution. Il Sony, scafo Stab della Fb Design motorizzato Isotta Fraschini 1306 (due 6 cilindri biturbo diesel da 900 cv l’uno con trasmissioni ad elica di superficie Trimax) ha condotto sin dal primo dei dieci giri del percorso, sul tratto di mare antistante il lungomare Caracciolo di Napoli, resistendo agli attacchi degli avversari ed in modo particolare a Wettpunkt.com dell’austriaco Hannes Bohinc giunto secondo. Ecco l’ordine d’arrivo: 1. Sony (Mario Invernizzi/Giovanni Carpitella/Christian Rivolta/Giuseppe Quattrocchi – Italia) 82 miglia in 1 h. 23’58 alla media di km/ora 108,52; 2. Wettpunkt.com (Hannes Bohinc/Jennings Miles/Ed Williams Hawkes – Austria) in 1h 24′ 36; 3. OSG (Giancarlo Cangiano/Antonio Cola – Italia) 1h 28′ 04; 4. Cantieri del Mediterraneo (Renato Guidi/Giuseppe Salvatori/Maurizio di Stasio/Dario Longo – Italia) a 1 giro. Ritirati: Fainplast (Ernesto Ascani/Marco Pennesi/Luigi Bisceglia – Italia), Thuraya (Adriano Panatta/Claudio Castellani/Antonio Gioffredi – Italia), Offshore Unlimited II (Michael Brocard/Didier André/Patrick Caldentey – Francia). In classe Supersport successo per gli inglesi di Buzzi Bullett con Drew Langdon e Jan Falkowski sulla barca italiana Jolly Driver degli italiani italiani Maurizio Bulleri e Riccardo Fatarella ora divisi da un solo punto in classifica.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.