Istituito Ilsantuario dei Cetacei nel Mediterraneo

Con la firma dei Ministri dell’Ambiente di Francia, Principato di Monaco e Italia si è definitivamente concluso l’iter per l’istituzione del grande Santuario dei Cetacei del Mediterraneo sep tentrionale, un’area delimitata da due linee immaginarie tracciate fra Punta Escampobariou in Francia e Capo Falcone in Sardegna e tra Capo Ferro, sempre in Sardegna, e Fosso Chiarone in Toscana. Tredici specie diverse di cetacei – fra cui duemila balene, 30-40.000 delfini e, ancora, grampi, capodogli, zifi e globicefali, oltre a occasionali balenottere minori, orche e pseudorche – nuotano in queste acque, soprattutto d’estate, con una densità superiore da due a quattro volte al resto del Mediterraneo. In questa zona sarà ancor più stretto il controllo alla pesca con le spadare, cancellate per sempre le competizioni off-shore, intensificata la lotta all’inquinamento e promosso il “whalewatching”. Francia, Italia e Monaco promuoveranno attività comuni di ricerca, monitoraggio e di educazione ambientale.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.