40HP and Active Trim Pack - Testa (970x160)

La 100 di Montecristo, la regata tra i tesori dell’Arcipelago si presenta

Presenta presso la Sala Consigliare del Comune di Piombino la prima edizione che si svolgerà  dal 20 al 22 maggio. 

Numerose le iniziative che anticiperanno l’evento velico realizzate con il coinvolgimento di soggetti del territorio.

 

Piombino. Presso la Sala Consigliare del Comune di Piombino, alla presenza degli organizzatori, delle istituzioni (per la Regione Toscana il consigliere Gianni Anselmi, per Piombino il vicesindaco Stefano Ferrini e l’assessore all’ambiente Marco Chiarei; per San Vincenzo l’assessore Antonio Russo), dei direttori sportivi dello Y.C. Marina di Salivoli e del C.N. San Vincenzo (Fabio Nencioni e Emanuele Bravin) e di un pubblico numeroso, è stata presentata ufficialmente “La 100 di Montecristo”, regata d’altura tra i tesori dell’arcipelago” una novità assoluta tra le regate costiere destinata a diventare una classica dei nostri mari che (con partenza da piazza Bovio a Piombino, fino all’isola di Montecristo per avvicinare Pianosa e l’Elba e giungere a San Vincenzo) si svolgerà da venerdì 20 a domenica 22 maggio.

Due circoli, lo Yacht Club Marina di Salivoli e il Circolo Nautico San Vincenzo, una lunga tradizione di sport e di passione per il mare, si sono stretti in un sodalizio per un nuovo, grande progetto che incrementerà l’attività velica della zona, accoglierà nuovi amici e promuoverà con efficacia il territorio su cui operano con entusiasmo. 

Con La 100 di Montecristo sport, ambiente, cultura e turismo si sposano in un’unica manifestazione-evento che sarà una vetrina d’eccellenza per eccellenze: oltre ad una coinvolgente regata, infatti, sono previsti numerosissimi eventi collaterali che si svolgeranno in attesa della competizione velica da febbraio a maggio con cadenza quasi sep timanale.

“Un progetto che lega il mare al territorio, alla sua storia e all’archeologia, basti pensare agli Etruschi – ha detto Stefano Ferrini -Insieme al mare abbiamo la storia alle spalle e l’enogastronomia. Le diverse vocazioni del territorio unite in questa prestigiosa manifestazione che siamo molto convinti di ospitare.” E sul mare come elemento di identità per il territorio e un po’ per tutta la costa toscana è tornato anche il consigliere regionale Gianni Anselmi, ex sindaco di Piombino, che ha ricordato alcune importanti peculiarità: “Questa area costiera fronteggia il più grande parco marino d’Europa, il Santuario dei cetacei. Lo sport diventa quindi veicolo fondamentale per promuovere con efficacia il territorio, una vetrina d’eccellenza per sport, ambiente cultura e turismo.” Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore ai lavori pubblici, ambiente e porto di San Vincenzo, Antonio Russo, che ha espresso soddisfazione per un evento che si prefigge di incrementare l’attività velica della zona e che avrà sicuramente un’importante ricaduta sul territorio.

Nel corso della conferenza stampa, l’organizzatore Alessandro Placido ha illustrato la parte sportiva della manifestazione. Venerdì 20 maggio sono in programma un incontro con Pasquale de Gregorio che nella giornata seguente parteciperà alla regata, una cerimonia di benvenuto e una cena per gli equipaggi. Sabato, dopo il briefing (ore 9.30 presso lo YCMS) nel quale saranno comunicati possibili diverse disposizioni del percorso, partirà la regata (ore 10.30) che si concluderà domenica con un gala dinner e la premiazione. La partenza della regata è prevista da piazza Bovio (rotta 170°, prime 6 miglia), disimpegno alla boa naturale di Cerboli, si lascerà a destra lo Scoglio d’Affrica, la formica di Montecristo segnalata dal faro alto 30 metri da lasciare a destra, tornando verso nord direzione Punta Polveraia (Isola d’Elba) quindi arrivo a San Vincenzo. Eventuali percorsi alternativi saranno indicati nelle istruzioni di regata a disposizione dei concorrenti dalle ore 15 del 19 maggio presso le segreterie nei porti di partenza e arrivo. Alla regata sono ammesse le imbarcazioni di altura dotate di certificato di stazza in vigore ORC (International o Club) con LOA minimo metri 9,00 e con certificato di stazza IRC (standard o semplificato) con LOA non inferiore a 9,00 Mt. Saranno ammesse a discrezione del Comitato Organizzatore imbarcazioni “monotipi” in regola con la propria associazione di classe, con LOA non inferiore a 6,50 m. Agli effetti delle classifiche gli yachts saranno suddivisi nelle categorie ORC, IRC e Gran Crociera. Saranno garantiti ormeggi gratuiti a Salivoli e a Marina di San Vincenzo dalla domenica 15 sino a lunedì 23 maggio. 

Nel corso della conferenza stampa, il designer Alberto Grassi ha fornito anche qualche piccola anticipazione sul Trofeo da lui ideato: “Si tratta di un oggetto molto prezioso, destinato ad essere tramandato nel tempo da vincitore a vincitore. E’ ancora fase di sviluppo ma  sarà realizzato dal grande argentiere fiorentino Gianfranco Pampaloni con il quale sto collaborando in modo molto appassionante- ha spiegato con entusiasmo -Un trofeo simbolo, di grande valore che diventerà un testimone ambito sul quale, di anno in anno, verrà inciso il nome del vincitore.”

Oltre all’evento sportivo, la manifestazione (organizzata con la partnership di molti enti tra i quali Regione Toscana, Ministero dell’Ambiente, Comuni di Piombino, San Vincenzo, Campo nell’Elba e Portoferraio, Marina Militare, Guardia Costiera, Autorità Portuale, FIV, Coni, Parco Nazionale Arcipelago Toscano, i Parchi della Val di Cornia, il Santuario dei Cetacei Pelagos, Slowfood biodiversità onlus), vuole essere anche condivisione di luoghi, di solidarietà e di impegno sociale -come ha evidenziato l’organizzatrice Tatiana Calabrese – un ponte tra enti, associazioni, persone diverse accomunate dallo sport inteso come rispetto dell’ambiente e passione. Per questo la regata sarà anticipata da una serie di iniziative realizzate con il coinvolgimento di molti soggetti del territorio. Noemi Sasperini ha illustrato i principali appuntamenti culturali e ambientali che, in preparazione dell’evento vero e proprio, saranno organizzati su tutto il territorio dal 27 febbraio fino al 22 maggio e che riguarderanno la cultura, la storia, la marineria, l’archeologia, il gusto, i sapori, i profumi, la religione e la tutela dell’ambiente. Fra le tante iniziative, grazie alla collaborazione con alcune imprese del territori, sono stati ideati due tesori “Mare, essenze, armonie e disarmonie del nostro territorio” per far rivivere con l’olfatto e con il gusto le ricchezze del territorio e l’esperienza della “100 di Montecristo”: si tratta dello scrigno del maestro cioccolatiere e sommelier Domenico D’Affronto contenente i cioccolatini ispirati alle diverse tappe della regata e un forziere di Diadema “Diadema cosmetici Isole del Tirreno” con tre essenze che rimandano alle suggestioni della manifestazione.

Nel corso della presentazione sono stati proiettati due video di Francesca Zampini e quello che sarà il web contest della manifestazione realizzato da Luca Nannini.

Buon vento a tutti coloro che vorranno salire a bordo de La 100 di Montecristo.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.