LA COPPA DEI CAMPIONI PORTA A TERMINE ALTRE 2 PROVE NEL GOLFO DI GAETA

Gaeta, 01 novembre 2014. Archiviata questo pomeriggio a Gaeta la seconda delle 3 giornate della Coppa dei Campioni Laser, evento di chiusura del circuito nazionale, organizzato da Assolaser e Yacht Club Gaeta EVS in collaborazione con Club Nautico Gaeta, Lega Navale Italiana sezione di Gaeta e il supporto logistico della Base Nautica Flavio Gioia. Si tratta di un evento affollato e colorato, che ha portato 260 dei migliori specialisti di categoria, tra italiani e stranieri, nel golfo laziale. 

Iniziata all’insegna della bonaccia, la giornata odierna ha visto lo svolgimento di 2 prove da parte di tutte le categorie in gara (Laser Standard olimpico maschile, Radial olimpico femminile, 4.7 giovanile). Il via della prima prova e’ avvenuto alle 14.20, quando si è’ steso uniformemente sul campo di regata un vento da Libeccio sugli 8-10 nodi, mantenutosi costante fino al rientro in porto delle imbarcazioni. 

LE CLASSIFICHE PROVVISORIE
Con 4 prove all’attivo e uno scarto del peggior piazzamento, la classifica provvisoria della manifestazione si viene man mano delineando. Nei Laser Standard, al comando c’è Marco Gallo, salernitano di origine e gaetano di adozione, portacolori della Sezione Vela Fiamme Gialle (1-1-2-1 i suoi parziali). Lo seguono vicinissimi, nell’ordine, Michele Benamati della Fraglia Vela Malcesine (17-5-1-3) e Zeno Gregorin della SV Oscar Cosulich Monfalcone (2-16-7-2), staccato di appena 2 penalità dal leader. 

Nei Radial, il laziale Matteo Gianmarco del Nauticlub Castelfusano (8-1-3-1) e’ primo davanti a Roberto Pollara dello Sport Velico Marina Militare (1-4-1-4) e Francesca Bergamo del CN Alto Adriatco (3-3-1-8), terza overall e al momento prima del raggruppamento femminile. 

La classifica dei Laser 4.7 vede Elia Vitali del CV Ravennate (7-1-2-1) in testa, séguito rispettivamente da Alberto Tezza della Fraglia Vela Malcesine (3-2-1-6) e da Alessandro Fornasari della Fraglia Vela Desenzano (2-8-4-1).

IL LASERISTA GIUNTO DA PIÙ LONTANO
Questa di Gaeta e’ anche una “coppa di passioni”. Merita una segnalazione la storia di Lance Kim, 34enne velista statunitense, in gara a Gaeta, che qualche anno fa ha lasciato San Francisco per venire a lavorare in Italia come ingegnere nucleare presso  il Centro Comune di Ricerca di Ispra (Varese). In Italia Lance ha scoperto il Laser, allenandosi nei laghi lombardi: “Corro su questa splendida deriva da sei anni – racconta il velista americano –  In Italia il Laser ha tantissimi seguaci sparsi nelle varie regioni per cui e’ stato facile per me iniziare ad allenarmi. il livello tecnico  in questo paese e’ molto alto e per me confrontarmi con timonieri tanto forti e tanto giovani e’ uno stimolo a migliorare, sopportando in silenzio la fatica fisica che questa barca ci impone”. 

Per domani sono previste le ultime due prove della manifestazione che, oltre a incoronare i vincitori di ogni categoria, assegnerà i titoli a squadre per ogni zona e alcune “Wild Card” per accedere direttamente al campionato europeo del prossimo anno, saltando il tradizionale iter di qualificazione.

info e classifiche: www.assoleaser.org

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.