La Vittoria di Alighi su Oracle Bmw Racing: Delta 01:24 per L’1 -0

Contrariamente alle aspettative, gli unici momenti di tensione si sono avuti nella fase di pre-partenza e nel primi minuti del dopo start. Peter Holmberg ha dato filo da torcere a Russell Coutts, che è sembrato leggermente vulnerabile. Dopo un breve dial-up le barche si sono cercate e inseguite in una serie di circling. La partenza va a USA-76 che si aggiudica l’estremità sinistra, considerata favorita. Da sottovento, Holmberg costringe Coutts a una virata sulla linea. Le barche si separano allo start: Oracle BMW Racing si dirige verso la sinistra del campo con mure a dritta. Coutts è costretto sulla destra. Il vantaggio americano dura poco perche’, dopo 23 secondi, Alinghi vira e si presenta all’incrocio mure a dritta. Questo è il momento decisivo per la regata. Dickson, che ha sostituito Holmberg al timone è mure a sinistra e vira sotto la barca avversaria; ma la manovra è lenta o leggermente prematura. Fatto sta che, invece di costringere Coutts nei propri rifiuti, respingendolo sulla destra, lascia che la barca svizzera si posizioni sopravvento, parallela, vicinissima. Oracle si trova in una situazione difficile: la virata è inutile perche’ sarebbe coperta da Coutts; l’unica cosa da fare è soffrire sottovento. La brezza salta nettamente sulla destra e pian piano, inesorabili, gli svizzeri superano USA-76 e si allungano. Alinghi è sembrata più veloce e ha navigato più stretta al vento. C’era davvero poco che Oracle potesse fare per cambiare le cose. Nessun appunto all’equipaggio americano, che ha fatto delle manovre perfette ma non sufficienti a ribaltare la situazione. Da quel momento la regata è stata una processione, con Alinghi in testa per il resto del match; il vantaggio di 47 secondi, conquistato alla prima boa aumenta a ogni bordo. Nella prima poppa, Alinghi stramba per prima ma Oracle BMW Racing non copre e preferisce rischiare, nella ricerca di un vento migliore che non è arrivato. Quasi al termine di quel bordo, l’aria salta decisamente sulla sinistra, costringendo il pozzetto di Alinghi ad ammainare il gennaker e ad arrivare in boa con il genoa. Il pozzetto di USA-76 tenta di liberarsi dalla copertura svizzera, ma Coutts non è il tipo da lasciare porte aperte a qualsiasi possibile rimonta e risponde a ogni manovra. Il finale è di 1 minuto e 24 secondi per Alinghi.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.