Livorno Capitale della Vela

OGGI IN MARE 200 BARCHE TANTE LE CLASSI IN ACQUA QUEST’OGGI: VELE STORICHE, J24, 2.4 MR, MARTIN 16, 420, TRIDENTE (THEATRE STYLE RACING) E 555 Livorno capitale della vela. Ben 200 imbarcazioni di ben 7 classi diverse (Vele storiche, J24, 2.4 Mr, Martin 16, 420, Tridente Theatre Style Racing), si sono riversate, solo oggi, in mare per disputare le regate della sep tima giornata del Trofeo Accademia Navale e Città di Livorno. Un vero e proprio spettacolo per chi, da terra, ha potuto ammirare l’orizzonte labronico imbiancato dalle vele. Tra i risultati più evidenti la sfida a due tra i Campioni d’Italia e d’Europa in carica de La Superba (Marina Militare) e Jamaica di Diamanti, appaiati in testa alla classifica dopo la prima giornata della classe J24, le doppie vittorie nelle due prove della classe Martin 16 e 2.4 mR, rispettivamente per l’esperto Nedo Finocchio del Gruppo Vela Assonautica di Livorno e di Antonio Squizzato dell’Associazione Garda Salò. Nel primo raggruppamento dei 420, l’unico quest’oggi a gareggiare, Matteo Pilati e Michele Cecchin hanno prevalso nella prima prova odierna. Tra le 13 derive moderne e veloci della Classe 555, che si sono contese quest’oggi l’ultima il Trofeo Accademia Navale e Città di Livorno, ha avuto la meglio il promettente Matteo Scaniglia, il quale, reduce dalla vittoria nella prova di regata di ieri, ha avuto la meglio per un solo punto sull’inseguitrice Arianna Botticini, prima classificata nella prova odierna, ma che ha pagato a caro prezzo il terzo posto nella prima uscita. Verdetto confermato anche per le Vele Storiche, difatti le stesse imbarcazioni che si erano aggiudicate la prima prova, svolta ieri, hanno bissato oggi aggiudicandosi il Trofeo nella classifica finale, comprendente anche le due prove odierne. Nel raggruppamento Oscar vince il TAN, l’imbarcazione della Marina Militare, con al timone lo skipper Procolo Pisano, Chaplin. Nel raggruppamento Victor, l’equipaggio al comando dello skipper Giuseppe Caruso la spunta sugli inseguitori, in grande forma quest’oggi, che per una sola lunghezza hanno dovuto soccombere. Nell’ultimo gruppo bissa la vittoria di ieri l’imbarcazione Chin Blu III, aggiudicandosi il Trofeo. Nell’ambiziosa contesa della Classe J24, le tre prove di oggi hanno decretato due primi posti provvisori, l’imbarcazione Jamaica, comandata dallo skipper Pietro Diamanti del Club Nautico di Marina di Carrara, che insieme ad un’altra “prima della classe” come la pluricampionessa imbarcazione “La Superba”, hanno chiuso a pari punteggio l’aspra contesa odierna. Terza classificata la compagine tedesca dell’imbarcazione Jjone. In evidenza quest’oggi l’equipaggio dello skipper Diamanti, già campione italiano Classe J24 del 2010, che, partendo da un deludente ottavo posto alla prima prova ha saputo recuperare brillantemente “l’acqua persa ” con un secondo ed un primo piazzamento nelle restanti due. Stesso discorso per l’imbarcazione dello skipper Ignazio Bonanno, che al comando della celebre imbarcazione della Marina Militare, La Superba, ha iniziato in sordina la gara, chiudendo al sesto posto la prima prova, ma al terzo e al secondo le restanti due. Reduce dalla vittoria di Pasquavela 2013, il team vanta un palmares tra i più titolati al mondo, Campione europeo Open e pluricampione italiano. Nella terraferma, invece, si è tenuto un importante convegno, promosso dall’INAIL, Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, con titolo “Il Mare, luogo e strumento del reinserimento nella vita di relazione” e con un particolare riferimento agli sport acquatici. Da lunedì, sarà, la volta delle veleggiate di Mare Libera 2013, attività organizzata assieme all’Unione Vela Solidale, che si svolgeranno fino al primo di Maggio e che coinvolgeranno, non solo tutte le imbarcazioni d’altura aderenti all’Unione Vela Solidale, ma anche quelle i cui equipaggi ed armatori vorranno contribuire ad un concreto gesto di solidarietà verso i meno fortunati. Nei giorni di Mare Libera 2013, sarà infatti possibile partecipare a veleggiate e regate di solidarietà, ospitando a bordo della propria barca assieme al proprio equipaggio anche persone in condizioni di disagio psichico, motorio e sociale che tramite la vela trovano un’occasione di conforto, socializzazione, svaug ed avvicinamento allo sport. Per iscriversi è facilissimo! Basta collegarsi al seguente link del sito ufficiale del TAN (www.trofeoaccademianavale.eu/iscrizioni-online/). Tante vele ma anche tanta solidarietà al TAN 2013, infatti, oltre alle tante classi che si stanno contendendo la vittoria del Trofeo, prosegue anche la “Regata della Solidarietà”, la raccolta fondi organizzata dal Comitato Organizzatore del TAN. Questa iniziativa ha lo scopo di finanziare tre diversi progetti, tutti accomunati da un unico denominatore, il finanziare il personale, le infrastrutture e le cure per bambini affetti da patologie fisiche e/o mentali. I destinatari della raccolta saranno la Fondazione Meyer, la Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia e l’Unione Vela Solidale, ognuna promotrice di uno specifico progetto. Ricordiamo che le donazioni possono essere effettuate direttamente sul sito ufficiale del TAN (www.trofeoaccademianavale.eu) oppure anche con una piccola offerta presso lo stand del Charity Program all’ingresso del villaggio Tuttovela.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.