Lo Yacht Engineering Forum Conclude l’Ultima Giornata del Seatec 2007

Lo “Yacht Engineering Forum”, il primo incontro dedicato all’ingegneria e alla progettazione nautica, protagonista dell’ultima giornata di SEATEC 2007, la rassegna internazionale dedicata alle tecnologie e alla subfornitura per la cantieristica navale, che si conclude oggi a CarraraFiere. Organizzato con la consulenza tecnica di Meccano Surveying di Livorno si è svolta la prima edizione dello “YEF, Yacht Engineering Forum”, un incontro dedicato alle complesse tematiche del mondo progettuale della nautica. Il Seatec 2007, la rassegna internazionale di tecnologie e subfornitura per la cantieristica navale e da diporto che termina oggi nell’area espositiva di CarraraFiere, ha dimostrato ancora una volta il suo elevato livello qualitativo negli incontri con gli operatori di sep tore. Lo YEF, moderato con padronanza dall’ingegner Giampiero Audino presidente della Meccano Surveying, si è articolato su cinque punti fondamentali affrontati da relatori d’eccezione: “Il rumore e le vibrazioni a bordo”, presentato dall’Ing Walter Cergol, della Cergol Engineering & Consultancy Srl; “Le previsioni di potenza”, dall’Ing. Giorgio Contento della DNIMA University of Trieste & CREST srl; Lo yacht project management, dal dottor Giuseppe Ezio Messina di Fincantieri; Progettazione e approvazione da parte dei Registri di classifica, dall’Ing. Paolo Izzo della Lloyds Refister of Shipping; Design e ingegneria, dall’architetto Brunello Acampora. Il Forum ha suscitato grande interesse tra i partecipanti, complice l’importanza e l’attualità dei temi discussi. “Il ruolo chiave del project manager”, commenta Giuseppe Ezio Messina, “è una figura ancora poco diffusa ma essenziale per il raggiungimento di obbiettivi importanti, un ruolo che deve essere capace di fare da collettore di tutti i reparti produttivi di un cantiere”. Tra i relatori intervenuti al convegno dello YEF, anche Brunello Acampora, progettista e fondatore della Victory Design, che ha esplorato i limiti tra fantasia e pragmatismo all’interno del lavoro di uno yacht design, analizzando i limiti imposti dall’ottimizzazione ingegneristica e dalle tempistiche di produzione alle idee del progettista, con la finalità di trovare un giusto equilibrio. “Problematiche che, – ha concluso Acampora – sono sorte con la nuova evoluzione della nautica da diporto avvenuta negli ultimi dieci anni. Una situazione conseguente all’aumento delle dimensioni delle imbarcazioni, dei costruttori e del volume d’affari di tutto un sep tore che la nautica da diporto non aveva mai raggiunto”. Lo Yef “si svolgerà anche l’anno prossimo e, visto il successo, sarà sviluppato su due giornate per affrontare nuove tematiche d’interesse alla cantieristica ” ha commentato Giampiero Audino al termine dei lavori. Nella corso della giornata si sono tenuti due incontri organizzati dalle associazioni Unimot (Unione Nazionale Motori Marini entrobordo e affini) e Ascomac (Federazione Nazionale Commercio macchine) . Il primo workshop “Noise & vibration management” è stato realizzato a cura di Centa Trasmissioni Srl in collaborazione con Novima GmbH&CoKG, mentre il secondo dal tema “Progetto SafeSailing” era a cura di Mecoil Diagnosi Meccaniche srl.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.