Luna Rossa Terza a Trapani

Trapani, 4 ottobre 2005 Nove vittorie in undici regate per i primi quattro Team in classifica rendono necessario il ricorso ai confronti diretti che vede Alinghi prevalere su Emirates Team New Zealand e Luna Rossa Challenge al terzo posto. Dopo un’iniziale posticipo dovuto a venti molto leggeri e instabili, la prima partenza sul campo di regata “Romeo” prende il via alle 13.30 con venti da nord a 6-8 nodi e cielo soleggiato. Luna Rossa entra nel pre-start da sinistra, Dickson attacca Spithill e prende il controllo navigando subito dietro la poppa di ITA 74. Con una efficace manovra Luna Rossa inverte la posizione e prende la scia di USA 76. A un minuto e mezzo dal via Luna Rossa è sottovento a USA 76 che sembra più veloce. Partenza in boa con Luna Rossa a sinistra, separata da meno di una lunghezza da BMW Oracle Racing, sopravvento. Un minuto dopo la partenza Chris Dickson vira verso la destra del percorso, mentre James Spithill continua a navigare sulla sinistra. Luna Rossa va a incrociare USA 76 che naviga con mura a dritta e passa pochi centimetri davanti alla prua di Dickson accumulando in breve un vantaggio di 70 metri sugli americani. La destra è vantaggiosa, il distacco di Luna Rossa aumenta fino a 180 metri. Un forte salto di vento a sinistra riporta USA 76 a ridosso di ITA 74 e a poche centinaia di metri dalla boa BMW Oracle Racing è avanti. Mura a dritta, Luna Rossa impedisce a USA 76 il passaggio in boa ed è prima a 24 secondi dagli americani. Dickson stramba verso la sinistra, Spithill prosegue senza coprire a 200 metri di distanza. A un quarto del secondo lato, Luna Rossa naviga sulla destra del campo, USA 76 sulla sinistra, quando le rotte tornano a incrociarsi ITA 74 è in vantaggio di oltre 300 metri. Al cancello Luna Rossa sceglie la sinistra e inizia la bolina finale, BMW Oracle Racing va a destra attardata di 1 minuto e 30 secondi. Più vento e migliore angolo a destra per USA 76 che torna vicinissima e si riporta a 50 metri da Luna Rossa. ITA 74 prosegue verso la sinistra senza coprire. Francesco Bruni sull’albero ha visto bene, l’indicazione è buona, Luna Rossa torna avanti a un centinaio di metri da USA 76 che però continua a restare ben separata sulla destra. Un salto di vento e USA 76 passa al comando. Un’ora di regata, fine della seconda bolina, Luna Rossa e USA 76 navigano parallele mura a dritta verso la layline sinistra. ITA 74 risulta avanti di una ventina di metri. BMW è più veloce e passa l’ultima boa con 39 secondi di vantaggio. ITA 74 segue una rotta più diretta, riesce a ridurre il distacco a poco più di due lunghezze e passa all’attacco. Luna Rossa e BMW Oracle scendono l’ultimo lato testa a testa e strambano per puntare il cancello. Nel corso del duello USA 76 cerca la sinistra ma Luna Rossa, più veloce, ha alcune decine di metri di vantaggio. Duecento metri all’arrivo, ITA 74 stramba avanti a USA 76 per tagliare il traguardo prima e vincere con un delta finale di 28 secondi. Nell’ultimo match del Trapani Louis Vuitton Act 8 Luna Rossa, con la bandiera blu sulla poppa, entra da sinistra alle 16.40. Dean Barker su Emirates Team New Zealand impone il dial up all’australiano James Spithill al timone della barca italiana. ITA 74 indietreggia e guadagna la scia di NZL 82 che parte verso destra. Barker si smarca con un cerchio e inverte i ruoli. Luna Rossa ed Emirates Team New Zealand sono nell’angolo lontano a destra del box pre partenza quando iniziano ad accelerare verso la linea con ITA 74 sottovento agli avversari. Spithill al centro e Barker in comitato, buona velocità per entrambi. 12 nodi di vento accompagnano il primo bordo di Luna Rossa e NZL 82. Una rotazione del vento a destra spinge i neozelandesi a virare per primi. ITA 74 continua mura a dritta, navigando verso la sinistra del campo. Quando dopo 7 minuti e mezzo di regata le rotte si incrociano l’imbarcazione di Francesco de Angelis ha un vantaggio di 75 metri. Ai due terzi del primo lato ITA 74 è mura a sinistra sul lato destro del campo con i neozelandesi dalla parte opposta e mantiene un margine di alcune decine di metri di vantaggio. A meno di un quarto di lato dalla boa, Luna Rossa, mura a dritta, respinge NZL 82 all’incrocio e mantiene la destra e il diritto di rotta. Dean Barker infila Luna Rossa all’interno al passaggio in boa e inizia la poppa in prima posizione. Spithill riporta Luna Rossa al fianco degli avversari che nella strambata incaramellano lo spinnaker perdendo velocità. Il pozzetto di ITA 74 decide di prolungare il bordo a sinistra per consolidare il vantaggio su Emirates Team New Zealand. Quando le due imbarcazioni si trovano al centro del campo Luna Rossa mantiene un vantaggio di circa due lunghezze. ITA 74 passa per prima alla boa destra del cancello e inizia l’ultima bolina seguita 11 secondi dopo da Emirates Team New Zealand. Grande separazione tra le imbarcazioni, ITA 74 sceglie la destra, Barker e i suoi a sinistra guadagnano metri. La zona dove naviga NZL 82 ha vento più intenso da migliore direzione e in breve Luna Rossa si ritrova dietro di 150 metri. Entrambe si avvicinano alla boa mura a dritta. Luna Rossa passa la boa 39 secondi dopo Emirates Team New Zealand ma qualche decina di metri più avanti lo spinnaker della barca italiana si lacera costringendo l’equipaggio a sostituirlo e rallentando la velocità di Luna Rossa. A metà del lato di poppa ci sono oltre 500 metri tra Emirates Team New Zealand al comando e ITA 74. Nell’ultimo tratto Luna Rossa dimezza il distacco ma sul traguardo è staccata di un minuto e trenta secondi da Emirates Team New Zealand. Equipaggio 1. Prodiere – Andrew Fethers 2. Aiuto prodiere – Massimiliano Sirena 3. Albero – Simone de Mari 4. Pit – Thomas Burnham 5. Grinder sinistra – Andrew Taylor 6. Grinder dritta – Romolo Ranieri 7. Trimmer – Joey Newton 8. Trimmer – Tatsuya Wakinaga 9. Grinder randa – Magnus Augustson – Gilberto Nobili (turno 11) 10. Trimmer randa – Jonathan McKee 11. Trasto randa – Charlie McKee 12. Timoniere – James Spithill 13. Tattico – Andrew Horton 14. Runner / Stratega – Francesco de Angelis 15. Navigatore – Matteo Plazzi 16. Meteo – Francesco Bruni 17. Grinder Runner – Massimo Gherarducci 18. Diciottesimo – Gabriele Quadranti (Pinza) Altri risultati “Trapani Louis Vuitton Act 8” – Turno 10 +39 Challenge (ITA 59) vince contro Team Shosholoza (RSA 83) Mascalzone Latino-Capitalia Team (ITA 77) vince contro China Team (CHN 69) Victory Challenge (SWE 63) vince contro United Internet Team Germany (GER 72) K-Challenge (FRA 60) vince contro Alinghi (SUI 75) Emirates Team New Zealand (NZL 82) vince contro Desafio Español 2007 (ESP 67) “Trapani Louis Vuitton Act 8” – Turno 11 K-Challenge (FRA 60) vince contro Desafio Español 2007 (ESP 67) BMW Oracle Racing (USA 76) vince contro Alinghi (SUI 75) Team Shosholoza (RSA 83) vince contro China Team (CHN 69) +39 Challenge (ITA 59) vince contro United Internet Team Germany (GER 72) Mascalzone Latino-Capitalia Team (ITA 77) vince contro Victory Challenge (SWE 63) Classifica finale “Trapani Louis Vuitton Act 8” – fonte:www.americascup.com (Posizione – Team – Regate vinte/Regate disputate – Punti) 1 – Alinghi (SUI 75) – 9/11 – 9 2 – Emirates Team New Zealand (NZL 82) – 9/11 – 9 3 – Luna Rossa Challenge (ITA 74) – 9/11 – 9 4 – BMW Oracle Racing (USA 76) – 9/11 – 9 5 – K-Challenge (FRA 60) – 7/11 – 7 6 – Victory Challenge (SWE 63) – 6/11 – 6 7 – +39 Challenge (ITA 59) – 4/11 – 4 8 – Desafío Español (ESP 67) – 4/11 – 4 9 – Mascalzone Latino-Capitalia Team (ITA 77) – 3/11 – 3 10 – Team Shosholoza (RSA 83) – 3/11 – 3 11 – United Internet Team Germany (GER 72) – 2/11 – 2 12 – China Team (CHN 69) – 1/11 – 1

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.