Match Mania Isaf Grado 3 – Open Match Race

Con il primo appuntamento di un’altra avvincente stagione velica, riparte l’attività agonistica in casa Fraglia Vela Riva. Da domani a bordo dei J22 nelle acque del Garda trentino sono Match Race open di grado 3 Isaf. Riva del Garda, giovedì 1° marzo 2007 – Tre skipper italiani, Matteo Simoncelli, Jacopo Pasini e Simone Ferrarese, uno sloveno, Jure Orel, un polacco, Przemeck Tarnacki, un tedesco, Tino Ellegast, uno svizzero, Markus Bohren ed un inglese Robbie Allam sono i protagonisti della prima sfida velica di stagione organizzata dalla Fraglia Vela Riva nelle acque del lago di Garda trentino. Simoncelli e il giovane Jacopo Pasini sono alfieri del Circolo Velico Ravennate, Ferrarese, invece, difende i colori del guidone del Circolo Velico Bari. Pasini e Ferrarese sono stati i protagonisti del nazionale Under 19 disputato a sep tembre 2006 sul lago di Ledro, sempre qui in Trentino e a due passi da Riva del Garda, laureandosi rispettivamente campione e vice campione d’Italia Under 19. I due si ritrovano, dunque, sempre in acque dolci per rinnovare una sfida “condita” dalle presenze internazionali degli altri skipper sopra citati in cerca di punteggio valido per la Ranking List Isaf. Orel, lo sloveno, figura al momento al 30° posto, il polacco Tarnacki al 39° seguito al 40° dal tedesco Ellegast, più indietro lo svizzero Bohren (131°) e l’inglese Allam (138°). Gli azzurri, invece, sono classificati come segue: Simoncelli 13°, Pasini 53° e Ferrarese 78°. Le imbarcazioni sono i J22 di proprietà della Fraglia Vela Riva, monotipo a bulbo progettato nel 1973 dai fratelli Bob e Rod Johnstone di Newport, lungo 6,85 metri per un peso di 815 kg. e realizzato con un sandwich in vetroresina e balsa. Ricordiamo che i Match Race sono regate con formula ad eliminazione uno contro uno chiamate in gergo tecnico “Round Robin”, in altre parole uno scontro diretto d’ogni singola imbarcazione con tutte le altre resa celebre dalla Coppa America. Il percorso a bastone è determinato da due boe allineate che le imbarcazioni devono aggirare due volte, di bolina e di poppa, e posto in acqua poco distante dalla sede della Fraglia Vela rendendo la regata molto spettacolare, anche perché affrontandosi direttamente i due equipaggi sono obbligati a scegliere di volta in volta la tattica migliore, con avvincenti marcature reciproche dando vita a continue manovre in acqua. Domani, venerdì 2 marzo, giornata dedicata alla conferma delle iscrizioni, peso equipaggi, preparazione delle imbarcazioni e uscite prova. Alle 19 in Terrazza Fraglia il briefing con gli equipaggi, mentre il primo segnale sarà dato sabato mattina 3 marzo alle ore 9.00. Domenica si conclude il Round Robin cui seguirà la fase di semifinale e finale. Premiazioni alle ore 18.00 sempre in Terrazza Fraglia.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.