Mondello: la Corsa al Titolo Mondiale Raceboard

Saranno i campionati mondiali classe Raceboard ad aprire le competizioni del windsurf della XIX edizione del World Festival on the Beach. In palio il titolo mondiale e quello europeo master (over 35) della classe Raceboard che ammette tutte le tavole a vela con carena piatta, compresa la tavola olimpica dei prossimi Giochi di Atene, la Mistral One Design, già utilizzata da gran parte degli atleti agli ultimi mondiali Raceboard disputati in Messico (Merida) dove si rese assoluta protagonista nelle prime dieci posizioni grazie alle performance degli atleti appartenenti al circuito olimpico. Nello Yucatan la vittoria è andata allo spagnolo Curro Manchon su Mistral One Design, mentre tra i master successo per il palermitano del Lauria, Paco Wirz, che a Mondello difenderà il titolo europeo conquistato in Polonia la scorsa estate. Le giornate del 15 e del 16 saranno dedicate alle procedure di stazze mentre il via alle regate prove a mare è previsto per lunedì 17. Probabile che la flotta dei master in gara risulti abbastanza numerosa in quanto potrebbe contare anche tutti quegli atleti che sempre a Mondello daranno vita alla Windsurfer Legend Race (dal 18 al 21 maggio), meeting di tutti coloro che hanno fatto la storia del windsurf e che su tutti vedrà la partecipazione di Matt, figlio di Hoyle Schweitzer, californiano che insieme a Jim Drake inventò la tavola a vela nel 1967. Tra le prove in programma anche la spettacolare specialità anche dello slalom e l’utilizzo delle vecchie tavole Windsurfer, che hanno visto i migliori atleti del mondo scontrarsi nel passato. La Nation Cup, una sorta di Coppa America per tavole a vela, ed il Sicily Grand Prix, competizione individuale, le classiche del World Festival on the Beach che chiuderanno questa sep timana internazionale del windsurf. Tra i big al via, oltre al duo palermitano Giordano (Albaria) e Wirz (Lauria) che ha animato la lotta per un posto ad Atene alla fine appannaggio del primo, spiccano le presenze del francese Nicolas Huguet, già a Mondello l’anno scorso e grande protagonista ai Mondiali disputati recentemente a Cesme in Turchia, chiusi al quarto posto dopo aver assaporato fino all’ultimo la medaglia più pregiata. Sparring partner di Giordano nei tre mesi passati tra Messico e Brasile, Peter Wells difenderà i colori USA ad Atene, chiedendosi se si ripeterà quanto accaduto quattro anni fa a Sydney quando toccò all’austriaco Chris Sieber, compagno d’allenamento dell’atleta dell’Albaria, salire sul gradino più alto del podio.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.