Motonautica: Wettpunkt E’ Oro al Mondiale

Motonautica: Wettpunkt è oro al Mondiale, seguono Sony e Operazione San Gennaro Oggi a Napoli l’ultima prova del Campionato. Incerto fino alla fine il risultato definitvo Napoli, 2 ottobre 2005 – E’ Hannes Bohinc, il pilota austriaco di Wettpunkt.com, il campione del mondo di motonautica Powerboat P1 classe Endurance. A decretarlo è stata l’ultima prova del Gran Premio d’Europa, disputata oggi a Napoli davanti a centinaia di spettatori radunatisi sul lungomare partenopeo per assistere alla sfilata dei bolidi del mare che si davano battaglia lungo un percorso a quadrilatero disegnato da Gennaro Russo, nome storico della disciplina. Bohinc, che dopo la gara di ieri era primo a quota 71 punti, oggi infatti ha chiuso in seconda posizione ed è balzato quindi a 78, mentre gli italiani di Sony con Mario Invernizzi avendo vinto la prova odierna sono passati da 60 a 70 punti. Operazione San Gennaro, il team partenopeo di Giancarlo Cangiano, ha subito invece proprio in casa l’unica avaria meccanica di tutta la stagione: un guasto alla centralina elettrica, che ne ha compromesso seriamente la performance. Costretto a navigare con un solo motore, Osg ha chiuso quindi in terza posizione e si è quindi meritato il terzo posto sia in classifica di giornata che sul podio del Mondiale, con 66 punti all’attivo. Il campione uscente Adriano Panatta, invece, è stato costretto al ritro a pochi giri dalla fine per un guasto tecnico. Nella classe Superboat invece vittoria per Jolly Drive seguito da Buzzi Bullet e ESI Chaudron. Ad assistere alla gara dalla terrazza del Circolo Canottieri Napoli anche tanti nomi dello sport come i piloti Tommaso e Fulvio De Simone, i pallanotisti Paolo Trapanese, Stefano Postiglione e Fofò Buonocore e l’assessore comunale allo sport Giulia Parente. “E’ stato un campionato lungo – ha dichiarato Bohinc – in cui non siamo andati bene fin dall’inizio. Direi che la nostra risalita è cominciata in Germania, ma è stato bello così. La nostra barca è risultata la più performante, ora credo sia giusto cominciare già a lavorare al prossimo campionato e soprattutto al regolamento. Noi, comunque, nel 2006 ci saremo”. Soddisfatto nonostante tutto Cangiano: “Abbiamo lottato fino alla fine con le unghie e con i denti, correvamo alla metà della nostra velocità abituale, meglio non avremmo potuto fare. Siamo riusciti a mantenere la nostra posizione eabbiamo cos’ ottenuto un successo che ci meritiamo e che merita Napoli dopo aver vinto fra l’altro ai due Grand Prix più prestigiosi del circuito, quello di Gallipoli e quello di Cowes. L’anno prossimo faremo meglio, l’obiettivo è vincere e porare stabilmente l’ultima gara della kermesse a Napoli”. Questa sera intanto piloti e staff si ritroveranno al Panta Rei di Capri per la cerimonia di premiazione.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.