Nauta Chiude i Battenti

BOOM DI PRESENZE: SFIORATI 50.000 VISITATORI Volge al termine la 12° edizione del Salone Nautico con un bilancio più che positivo NAUTA, Salone Nautico Mediterraneo, ha salpato dal Porto di Catania, per tornarvi l’anno prossimo. Il bilancio è più che positivo: sfiorati i 50.000 visitatori, di questa 12° edizione di Nauta, caratterizzata dal brutto tempo, sin dal giorno dell’inaugurazione, e che ha visto i primi raggi di sole solo nella parte finale dell’intera manifestazione. Paradossalmente, e quasi a voler sottolineare come i siciliani attendano questo appuntamento, il numero di presenze ha raggiunto i livelli più alti durante la sep timana, quando il Salone aveva l’apertura al pubblico solo nelle ore pomeridiane. Il Salone Nautico Mediterraneo raggiunge anno dopo anno, buoni risultati e non solo in termini di presenze, ma anche per le trattative avviate, quest’anno aumentate del 15% con un target socio-economico di un certo spessore: la fascia di interesse infatti, va dai 600 mila euro ai 3 milioni. Si conferma dunque, il Salone in cui le prove a mare per testare le reali potenzialità delle imbarcazioni dà i suoi frutti: lo yacht più gettonato è stato quello da 72 piedi. Molte infatti, le prenotazioni fatte per visitare le barche, sentire lo sciabordio dell’acqua a motori spenti e sognare una bella vacanza. Anche il comparto delle barche a vela non scherza. Le trattative avviate hanno raggiunto un ottimo livello, aumentate quest’anno del 30%, rispetto allo scorso anno. Segno che l’aver aumentato i posti (ricordiamo i due pontili galleggianti allestiti per l’occasione per poter ospitare vele e gommoni), ha soddisfatto maggiormente le richieste. Complessivamente, fra pontili e banchine, lo spazio è stato triplicato, con un naturale aumento di imbarcazioni esposte. Obiettivo della 13° edizione – sempre nel Porto di Catania -, sarà quello di ampliare l’esposizione a mare ed ospitare così 200 imbarcazioni – quest’anno sono state un centinaio – , allungandosi sino al Moro Foraneo, ed aumentare anche l’esposizione a terra, realizzando due padiglioni. Non solo: consolidare il buon rapporto instaurato con le Forze Militari – quest’anno particolarmente vicine – che sono state anche, motivo di arricchimento del Salone stesso. A visitare il Salone, non solo gli amanti del mare, ma anche svariate personalità istituzionali: dal Prefetto di Catania, Anna Maria Cancellieri Peluso che ha tagliato il nastro inaugurale, al Questore Michele Capomacchia che effettuato una breve perlustrazione della baia catanese a bordo di uno yacht da 55 piedi. Ed ancora il presidente dell’Autorità Portuale di Catania, Santo Castiglione, il primo sostenitore del Salone Nautico Mediterraneo, al presidente della Provincia di Catania, Raffaele Lombardo che fu il primo, due anni fa, a lanciare l’invito affinché il Salone si realizzare proprio al Porto di Catania. Il sindaco stesso Umberto Scapagnini, che durante la cena di gala organizzata dalla società Eurofiere, per ringraziare gli espositori e i collaboratori, ha dichiarato che questo Salone , e si è personalmente impegnato affinché possa aumentare la cassa di risonanza anche al di fuori della Sicilia. Non sono mancate le piacevoli visite dello skipper Cino Ricci e del bomber del Catania, Gionatha Spinesi.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.