Nord Est sep timo nella Seconda Giornata del Campionato Nazionale J24 2010

Cala dè Medici 31 maggio 2010. Nell’unica regata disputata ieri, la prima del campionato nazionale J24 in svolgimento a Cala dè Medici (Livorno), Nord Est Costruzioni, l’imbarcazione del Club Nautico Arzachena, mette a segno un’ottima partenza che lo porta subito al comando della flotta di 31 imbarcazioni in gara. Le condizioni meteo non prospettavano nulla di buono nella seconda giornata del campionato nazionale. Vento forte e onda alta hanno impedito agli equipaggi di scendere in acqua fino alle 16 circa. Quasi alle 17 arriva lo start del comitato di regata e Salvatore Orecchioni, al timone di ITA 318 conduce l’equipaggio per primo alla boa di bolina, ma sfortunatamente la sfiora. Dietro di lui Andrea Casale su General Cargo assiste alla scena. Penalità per Nord Est che è costretto ad un 360 e perde tre posizioni. Prosegue la regata quarto fino alla prima di poppa poi, a poco a poco, cede posizioni e taglia la linea di arrivo sep timo, secondo tra i sardi. Davide Gorgerino, del Circolo nautico Cagliari, su JPandolfa conquista la terza posizione. Una prova difficile, il vento è calato molto rispetto al mattino, la regata si è svolta con un maestrale intorno ai dieci nodi, o meno, mentre le onde restavano comunque piuttosto alte. Il primo gradino del podio è di Andrea Casale che completa la prova in meno di un’ora, secondo Furio, l’unico equipaggio straniero in gara, con lo statunitense Keith Withemore alla barra. L’equipaggio di Nord Est Costruzioni Salvatore Orecchioni (timoniere) Tonino Chessa (tattico) Martino Giagoni (drizzista) Pier Sesto Demuro (centrale) Gian Paolo Angius ( prodiere)

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.