Parte Dalla ‘global Ocean Race’ la Nuova Stagione di Sergio Frattaruolo

Smaltite le fatiche della Transat 6.50 il velista bolognese apre la stagione 2012 con la partecipazione a due tappe della prestigiosa competizione al fianco dello skipper Marco Nannini Reduce dalla traversata oceanica ‘Transat 6.50′ che lo ha visto protagonista nei mesi scorsi nel lungo viaggio partito da La Rochelle (Francia) e terminato a Salvador de Bahia (Brasile), lo skipper bolognese Sergio Frattaruolo si appresta a vivere nuove avventure in oceano anche nella stagione 2012. Il primo appuntamento sarà la prestigiosa regata ‘Global Ocean Race’ (GOR) 2012, il giro del mondo in doppio (oltre 30.000 miglia) su barche a vela di 12 metri Class 40, che vedrà Sergio Frattaruolopartecipare alle ultime due tappe della durissima competizione a fianco dello skipper Marco Nannini (già in gara) recentemente eletto ‘Velista dell’anno 2011′ dalla rivista ‘Il Giornale della Vela’. La prima delle due tappe a cui parteciperà Sergio Frattaruolo partirà il 2° Aprile 2012 da Punta de l’Est(Uruguay) e arriverà a Charleston (USA) intorno al 30 aprile. La seconda e ultima tappa avrà lo start il 20 maggio 2012 da Charleston e culminerà a Les Sables d’Olone (France – Vendée) il 10 giugno circa. Dopo l’esperienza su imbarcazioni di 6,5 metri terminata lo scorso novembre, Frattaruolo passa ai class 40e alla navigazione in doppio con l’obbiettivo di accumulare esperienza in funzione del giro del mondo in solitario a cui intende partecipare nel 2013. Ecco le emozioni di Sergio a pochi giorni dalla partenza: “Durante gli ultimi giorni di navigazione della Transat 2011, mi ero promesso di non salire su una barca da regata per un anno. Mi ero promesso di recuperare un po’ dei soldi “investiti” nella Transat rimanendo a terra. Infine, mi ero promesso di comprare un televisore e un divano, ma il richiamo dell’oceano è stato più forte e l’opportunità di correre insieme a Nannini nel giro del mondo era troppo importante per lasciarsela sfuggire. Marco è un ottimo skipper e un grande uomo, uno che lotta, nonostante la perdita dello sponsor principale ha continuato utilizzando le proprie risorse. Sarà un onore affiancarlo e imparare da lui in vista del mio giro del mondo in solitario del 2013. A differenza della Transat 6.50, nel GOR (Global Ocean Race) sono ammessi telefono satellitare e Internet, quindi rimarremo in contatto ogni giorno. Sarà un test importante prima di intraprendere nel 2013/14 questa avventura con una nuova barca e da solo”. Durante la regata, l’avventura di Sergio Frattaruolo sarà seguita con audio, interviste e immagini inviati via satellite. I siti www.bolognainoceano.com e www.voyager-magazine.it, in collaborazione con il Comune di Bologna e Fondazione Alma Mater, proporranno in anteprima le grandi emozioni che una simile avventura può dare.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.