Partenza Sprint per Gaja Legend e Sagamore Alla “xx Middle Sea Race”.

PARTENZA SPRINT PER GAJA LEGEND E SAGAMORE ALLA “XX MIDDLE SEA RACE”. DISGUIDO TATTICO SU RIVIERA DI RIMINI DI ANDREA SCARABELLI, CHE GIRA LA 3a BOA DI DISIMPEGNO IN ULTIMA POSIZIONE ED E’ COSTRETTA AD INSEGUIRE Malta, 23 ottobre 1999 Partenza con una decina di nodi da Sud per i 14 scafi iscritti alla XX edizione della Middle Sea Race, regata organizzata dal Royal Malta Yacht Club (RMYC) in collaborazione con il Royal Ocean Racing Club (RORC) e con la Federazione Italiana Vela (FIV). Subito dopo lo start (11.00 a.m.) la slovena Gaja Legend di Mitija Kosmina ha avuto un buono spunto girando in testa la 1a boa di disimpegno tallonata dal 60′ RIVIERA DI RIMINI e dal Maxi americano Sagamore del magnate televisivo James Dolan skipperato da Lorenzo Bortolotti. Alla 2a boa, lo scafo romagnolo, che aveva tenuto una rotta al centro del campo di regata, si presentava davanti a Gaja, che aveva optato per un bordo a terra. Stesso scenario anche in prossimità della 3a e ultima boa di disimpegno, ma Andrea Scarabelli, skipper e timoniere di RIVIERA DI RIMINI, virava improvvisamente e tornava indietro. In pozzetto, infatti, si era verificato un disguido tattico e la 2a boa era stata lasciata a sinistra anziche’ a destra. Accortisi dell’errore, i velisti di RIVIERA DI RIMINI si sono affrettati ad invertire la rotta per ritornare alla boa ed eseguire la manovre giusta. Una volta riparato all’errore, RIVIERA DI RIMINI si è messa all’inseguimento della flotta e dopo circa 4 miglia dalla partenza era già alle spalle di Gaja, di Sagamore e di Wiva, il 50′ dell’armatore Giorgio Saviotti con Roberto Passoni alla tattica. L’inconveniente di RIVIERA DI RIMINI non compromette l’esito della gara, che si concluderà solo dopo aver percorso il periplo della Sicilia in senso antiorario per complessive 607 miglia di navigazione non-stop. Gli ultimi aggiornamenti meteo danno condizioni di vento leggero da Sud fino alle Isole Egadi, che dovrebbero favorire sia RIVIERA DI RIMINI che Gaja Legend. Poi, sulla via del rientro a Malta, è previsto un rinforzo fino a 25 nodi sempre da Sud, che darà maggiori chances a Sagamore. RIVIERA DI RIMINI, Gaja Legend e Wiva gareggiano nel raggruppamento Open fino a 60′, mentre Sagamore (78′) è in Classe Open oltre 60′. Gli altri raggruppamenti sono IRC, ORC e IMS. La barca romagnola è detentrice del record di velocità che ha stabilito nel ’98: 72h 50′ 42″. “Sarà difficile battere il record, -ha detto Scarabelli prima della partenza-, pero’ dipenderà dall’evoluzione delle condizioni meteo”. RIVIERA DI RIMINI è affidata, oltre che a Scarabelli, a Stefano Raspadori (Ra), Gerardo Siciliano (Lt), Alan Hood (Fo), Joe English (IRL), Carlo Filipponi (Ra), Andrea Scarpa (Lt), Stefano Pelizza (An), Silvio Scopel (Roma), Raffaele Ossani (Ra), Jean Francois Chevalier (Fra).

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.