Mercury-Deals-2017_Outboard-engines_Testa_970x160

Pietro d’Ali’ su Nanni Diesel Alla Solo Mediterranee 2006

Pietro D’Alì su Nanni Diesel favorito alla regata Solo Méditerranée 2006, che partirà domani da Marsiglia Recente vincitore della Transat AG2R con Kito de Pavant, il velista italiano Pietro D’Alì ricomincia con la regata in solitario questa sep timana a Marsiglia, dove domani verrà data la partenza della Solo Méditerranée. Lo skipper di Nanni Diesel è già fra i favoriti, ad appena un anno dal suo esordio sul monotipo Figaro Bénéteau. “Nella vela non si può sempre vincere e almeno una dozzina di skipper possono ambire alla vittoria quest’anno, ma sono qui per questo. D’altronde è molto importante per me avere buoni risultati poiché, aldilà di questa regata, spero di trovare uno sponsor per partecipare alla prossima Vendée Globe”. Pietro D’Alì non nasconde le sue intenzioni: se lo skipper di Nanni Diesel è alla partenza della Solo Mediterranée – l’ex Generali Solo – è per esserne protagonista. E non potrebbe essere diversamente se si pensa alla sua vittoria di tappa dell’anno scorso in questa stessa regata a Gruissan, seguita da suoi successi alla Solitarie Afflelou Le Figaro (1° fra gli esordienti e una vittoria di tappa) e certo forte della sua recente vittoria in coppia con Kito de Pavant nella Transat AG2R in doppio, à Saint Barthélemy. ” Più forte dell’anno scorso” ” Pietro è in ottima forma, la barca è a punto:l’ha potuto constatare lui stesso portandola da Genova a Marsiglia per completare gli automatismi della navigazione in solitario”, aggiunge Mauro Piani, direttore sportivo del Team Nanni Diesel, quest’anno ancora vicino a Pietro D’Alì. ” Pietro è più forte dell’anno scorso, è più sereno, conosce ancora meglio la barca e ha imparato a risparmiare le sue forze per le fasi finali delle tappe. Poi ha avuto ottimi risultati che servono per rafforzare la fiducia in se stesso e ha ancora molta voglia di fare bene e di vincere”, afferma Mauro. Con l’alternarsi di percorsi olimpici sulle boe e di grandi tappe d’altura fra i diversi porti della regata – Marsiglia, Cassis, Gruissan e Porquerolles – la Solo Méditerranée non lascia tregua: è una regata a punti dove ogni manche onta e dove alcune tappe sono datate di un coefficiente 2 o 3. Ciò vuol dire che la regolarità paga… e la regolarità è una delle qualità di Pietro D’Alì, citato sempre come possibile vincitore dagli altri pretendenti al podio della classe Figaro Bénéteau. Oggi mercoledì, il prologo è stato annulato a causa del Mistral troppo forte nella baia di Marsiglia (40 nodi), ma le cose serie cominciano domani giovedì con una o due manche del Grand Prix de Marseille che si annunciano combattute. ” Sarà dura sin dalla partenza, ci sarà molto lavoro sin dall’inizio per fare bene. In questa regata, bisogna limitare al massimo gli errori”, spiega Pietro D’Alì. Con la sicurezza di chi sa di cosa sta parlando. Per seguire la regata consultare: www.solo-mediterranee.com

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.