Presentato Alla Commissione del Senato Emendamento Relativo ai Canoni Demaniali per i Porti Turistici

UCINA (Unione Nazionale Cantieri e Industrie Nautiche ed affini): presentato nei giorni scorsi alla Commissione del Senato emendamento relativo ai canoni demaniali per i porti turistici. L’Associazione sollecita riflessione del Governo sui canoni demaniali in relazione all’esame parlamentare della Finanziaria. UCINA – l’associazione che rappresenta l’industria nautica italiana – ricorda l’esigenza di modificare la norma che prevede l’aumento dei canoni di concessione demaniale per i porti turistici. E’ un’esigenza richiamata da numerosi parlamentari e, in particolare, dell’opposizione – con un emendamento promosso dal Senatore Cutrufo e sottoscritto da tutti i capigruppo – per la quale anche il Governo si è mostrato consapevole. “Confidiamo – afferma il Presidente di UCINA, Anton Francesco Albertoni – nell’accoglimento di tale emendamento, ricordando che l’aumento dei canoni demaniali per i porti turistici rischia di avere ripercussioni negative su un sep tore, quello dei porticcioli, strategico per il decollo del turismo nautico in Italia e del suo indotto. Il Governo del resto si è detto disponibile a recepire le modifiche alla legge finanziaria in favore di uno sviluppo dei consumi”. I danni potrebbero riversarsi non solo sul turismo, ma anche sull’industria nautica e sul Made in Italy in generale. “Ultimamente – prosegue il Presidente Albertoni – siamo riusciti a rivitalizzare il mercato nazionale incoraggiando gli italiani, anche quelli che portavano la barca all’estero, e gli stranieri a restare in Italia. Se però si aumentano i costi, rischiamo di perdere la posizione guadagnata”. Conclude al proposito il Presidente dell’Associazione Italiana Porti Turistici dell’Adriatico, Roberto Perocchio: “La diffusione dei servizi tecnici per la nautica da diporto si sta attuando con estrema fatica e gradualità ed è quindi assolutamente necessario mantenere le misure a suo tempo stabilite nel decreto ministeriale 343 del 1998. Solo in questo modo si può garantire una progressione costante della crescita infrastrutturale di cui necessita il turismo nautico”.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.