Primato di Percorrenza della Traversata d’Italia in Solitaria

Sebastiano Scarpa, pilota dell’Associazione Motonautica Venezia, il 24 giugno scorso ha stabilito il primato di percorrenza della traversata d’Italia in solitaria. A bordo di un gommone da 8 metri con un motore di nuova concezione da 230 Hp ha percorso 938 km. da Venezia a Trapani, interrotto dall’attraversamento notturno via camion da Pescara ad Anzio, in 20 ore e 30 minuti completamente in solitaria, alla notevole media di 45,75 kmh, con punte attorno agli 80. Il pilota era partito per circumnavigare la Penisola, ma dopo Ancona ha incontrato condizioni di mare proibitive.  “Le grosse onde facevano da trampolino alzando la prua che, a quel punto, veniva investita dalle forti raffiche di vento di scirocco: il gommone, molto pesante a poppa per il notevole carico di carburante, si impennava di continuo costringendomi a lavorare sull’acceleratore: dopo due ore di questa guida, vedendo che non c’era speranza di miglioramento, ho optato per l’attraversamento in camion”. Il pilota veneziano ricorda che “il momento più bello è stato l’arrivo nei pressi di Ustica, dopo molte ore di navigazione senza vista di terra né incontri con navi, quando sono stato affiancato da 5 delfini che mi hanno accompagnato per un lungo tratto, passando sotto la chiglia e facendo salti a non più di 5 metri dal fianco del gommone”. Il record è ora in via di omologazione tramite i testimoni dei porti di partenza ed arrivo ed i dati del GPS. “Ringrazio in particolare Angelo Donà che ha preparato in maniera impeccabile il motore e Deris Rado, che ha ideato e creato per l’occasione un’elica fantastica che mi ha permesso di mantenere un’alta velocità anche sul mare mosso”. I prossimi appuntamenti sono per sep tembre, mese caldo per la motonautica. Sebastiano Scarpa parteciperà al Mondiale Offshore di Classe 3 due litri, all’Italiano di regolarità Venezia – Ferrara ed infine alla 100 miglia del Lario. “In particolare questa sarà una gara importante dove testerò un prototipo di Offshore Classe 3 un litro, che mi sarà consegnato in sep timana e che dai primi test, effettuati prima delle modifiche, sembra molto competitivo, a soli 5 kmh dal record mondiale di categoria. Qualora le prove confermassero le aspettative, tenterei ad ottobre il Mondiale di Oslo, ove questa categoria è all’avanguardia”.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.