Prime regate a Formia per l’International Youth Cup

Pioggia e vento a Formia per la prima giornata di regate dell’International Youth Cup, il triangolare Italia-Russia-Francia dedicato alla vela Under 19: al comando, dopo queste prime tre prove disputate da tutte le classi, gli azzurri Gianmarco Planchestainer (Radial M) e Rio-Coluzzi (420 F), i russi Ushkov-Zubkov (420 M), i francesi Nael-Tygdat (29er), Cervera (Radial F), Herledan (RS:X M) e Mege (RS:X F).

 

Il maltempo che imperversa in Italia non ferma i giovani velisti Under 19 che oggi sono scesi in acqua nel golfo di Gaeta per la prima delle tre giornate dell’International Youth Cup, il triangolare ideato dalla Federazione Italiana Vela assieme alla Russian Yachting Federation che coinvolge le squadre giovanili di Italia, Russia e Francia, in programma fino a sabato a Formia, nel basso Lazio, con organizzazione del Circolo Nautico Caposele.

Tre le prove disputate da tutte le classi in cui erano suddivisi i 69 giovani atleti, con un vento tra i 12 e i 16 nodi d’intensità (tra 60 e 80° la direzione) molto variabile a causa dei continui groppi, e grande agonismo in acqua, a conferma dell’alto livello tecnico dei ragazzi coinvolti, alcuni dei quali già affermati in campo internazionale o già di scena nelle precedenti edizioni dell’International Youth Cup, disputate l’anno scorso a Campione del Garda e in Russia, e quest’anno a Brest, in Francia. Buona la partenza della squadra Azzurra, seguita direttamente in loco dal DT dell’attività giovanile della FIV Alessandra Sensini, che si impone subito nella classe Laser Radial maschile, con tre atleti ai primi tre posti (Gianmarco Planchestainer è primo, seguito da Umberto Jose Varbaro e Paolo Giargia) e conquista la leadership anche nella flotta femminile dei 420, grazie all’equipaggio formato da Demi Rio e Maria Coluzzi (terzo posto per Ferraro-Ierardi). Seconda piazza invece per Carolina Albano nel Radial femminile, dietro la francese Cervera, con Francesca Bergamo quarta, e quarta posizione per Totis-Zanni nel 420 maschile, dietro due equipaggi russi e uno francese. Per quanto riguarda le tavola a vela RS:X, tra le donne Giulia Alagna è seconda dietro la francese Mege (quarta Giorgia Speciale), mentre tra gli uomini partenza in salita per gli azzurri, con Francesco Tomasello quarto, Carlo Ciabatti sesto e Matteo Evangelisti sep timo. Chiudono la serie i 29er, che hanno nei francesi Nael-Tygdat i leader, con gli azzurri al terzo (Zampiccoli-Cisté) e al quarto posto (Amonti-Massara).

Il programma per domani prevede una giornata dedicata interamente alla formula del team race, con ogni nazione che presenterà una squadra formata da due equipaggi per classe. Un momento cruciale di questa International Youth Cup, visto che il trofeo challenge sarà assegnato alla nazione vincente sulla base della classifica overall del team race di tutte e quattro le classi.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.