Riviera di Rimini “soffre” Aspettando il Vento Favorevole. Aquitaine e Whirpool Stanno per Entrare nel Golfo di Biscaglia. Banque Populaire Vince la Regata dei Multiscafi

Oceano Atlantico, 1 luglio ’99 Questo 8° Giro d’Europa patrocinato dalla Comunità Europea sarà ricordato per diverse anomalie. La prima tappa (da Genova a Benalmadena), che avrebbe dovuto riservare condizioni di vento medio, è stata invece all’insegna di aria sostenuta (Maestrale fino a 40 nodi); la seconda frazione (da Benalmadena a Lorient), invece, che sulla carta avrebbe dovuto caratterizzarsi per venti medio-forti, sta rallentando gli scafi in gara. Il Golfo di Biscaglia attende infatti i multiscafi prima e i monoscafi poi con condizioni di insolita bonaccia. Solo Banque Populaire dei francesi Lalou Roucayrol e Jacques Vincent ha saputo approfittare della situazione creatasi due giorni fa e, “tirando un bordo” lontano dalla costa, in pieno Oceano Atlantico, ha preso l’abbrivio giusto per balzare in testa alla flotta dei multiscafi. In questo modo sono riusciti ad accumulare un vantaggio tale per cui gli inseguitori, -primo fra tutti il superfavorito Loick Peyron su Fujicolor-, avversati da condizioni meteo di vento leggero, non hanno più potuto recuperare. Questa mattina, poco prima delle 12.00, Banque Populaire ha tagliato il traguardo di Lorient e si è aggiudicato la 2° ed ultima frazione del Giro d’Europa. Occorrerà ora attendere l’arrivo degli altri 5 scafi per determinare la classifica finale. RIVIERA DI RIMINI, portata dallo skipper bolognese Andrea Scarabelli, attualmente si trova in un’area di pochissima aria, mentre i diretti avversari Catherine Chabaud su Whirpool e Yves Parlier su Aquitaine Innovation la precedono di diverse decine di miglia. Questi ultimi sono a 400 miglia dall’arrivo e stanno per entrare nel Golfo di Biscaglia: qui dovrebbero rallentare la loro andatura (attualmente proveniente da Nord, con intensità intorno ai 10 nodi), poiché il Golfo, solitamente ventoso e pericoloso, è stranamente “a secco” di vento. Per il 60′ romagnolo progettato da Andrea Vallicelli non sono perse tutte le speranze per fare un rush finale a tutta velocità se l’aria entrerà, (come dicono le previsioni), da Sud-Ovest. In questo caso per RIVIERA DI RIMINI dovrebbe iniziare uno spettacolare inseguimento che potrebbe portare ad un risultato clamoroso. Tutto sarà deciso nelle prossime ore ed è nelle mani di Eolo. Alla luce delle attuali condizioni meteo, i velisti dei monoscafi non dovrebbero arrivare in vista di Lorient prima della giornata di sabato. Su RIVIERA DI RIMINI regatano insieme a Scarabelli Stefano Raspadori, Gerardo Siciliano, Roberto Borrelli, Alan Hood, Francesco Pellizza, Giorgio Scarpa, Marino Suban, Giuliano Gallo e Jean Francois Chavalier. Il shore team è formato dai ravennati Moreno Pagliani e Nicola Missiroli. La regata si può seguire sui siti Internet: www.course-europe.com e www.infotel.it/ridirisate

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.