Si E’ Conclusa a Porto Cervo la Rolex Tp52 Global Championship

SI E’ CONCLUSA A PORTO CERVO LA ROLEX TP52 GLOBAL CHAMPIONSHIP ORGANIZZATA DALLO YACHT CLUB COSTA SMERALDA. IL TROFEO E’ STATO VINTO DALLO SVEDESE TORBJORN TORNQVIST SU “ARTEMIS”. PORTO CERVO, 29 sep tembre 2007. Lo svedese Torbjorn Tornqvist su “Artemis” si è aggiudicato il Rolex TP52 Global Championship, organizzato nelle acque di Porto Cervo dallo Yacht Club Costa Smeralda: una sep timana di grande vela che ha visto regatare, nel mare della Gallura, i velocissimi Transpac52. I partecipanti, provenienti da ben dodici diverse nazioni, hanno avuto modo di veleggiare, non solo in uno dei luoghi oggi diventato il “paradiso” della vela mondiale, ma hanno, anche, trovato le condizioni meteo ideali per una competizione mondiale. Competizione mondiale che è stata effettuata sulla base di ben nove regate (il massimo sarebbero state undici, con un minimo di quattro come da regolamento) a dimostrazione della perfetta organizzazione e, soprattutto, delle condizioni ideali che la Costa Smeralda offre come campo di regata. In questa sep timana , infatti, si sono avute le più diverse situazioni sia di mare che di vento – dal forte maestrale al leggero scirocco, dal ponente al grecale, dalla pioggia al sole, dal moto ondoso molto formato al poco mosso e quasi calmo – che hanno messo in risalto ed esaltato sia la bravura degli equipaggi che le caratteristiche tecniche degli scafi in gara. Ogni prova è stata, pertanto, non solo combattuta ad ogni giro di boa, ma ha anche entusiasmato gli appassionati dello sport della vela per l’alta spettacolarità che i “box rule” sono in grado di mostrare in ogni loro uscita in mare. Lo svedese Torbjorn Tornqvist, con il suo “Artemis”, è stato il grande protagonista del raduno mondiale dei TP52, dominando sin dalle prime prove gli avversari grazie anche all’apporto (in qualità di tattico a bordo) di un campione come Russell Coutts che, come è noto, ha vinto ben tre Coppa America. Il secondo posto del campionato è andato all’irlandese Eamon Conneely con Patches mentre “Mean Machine”(Monaco) di Peter De Ridder si è aggiudicato il terzo gradino del podio. Non proprio fortunata la prova degli italiani presenti, soprattutto per quanto riguarda l’armatore Riccardo Simoneschi che, purtroppo, ha dovuto rinunciare alla lotta per le prime posizioni a causa di un danno subito al boma del suo “Anonimo Q8”, nel corso della quarta prova. La giornata di oggi – che ha concluso il raduno mondiale dei Transpac52 – ha visto correre gli equipaggi in due diverse prove a bastone (della lunghezza di circa 7 miglia), che si sono svolte con mare abbastanza calmo e con un vento di scirocco di poco superiore ai 7/8 nodi. Il primo bastone è stato appannaggio di “Siemens” (Spagna) che ha avuto la meglio su “Artemis” (Svezia) e su “Mutua Madrilena” (Cile). Con questo secondo posto, indipendentemente dai risultati che si avranno nella seconda prova, “Artemis” si è già aggiudicato la vittoria finale. Il secondo bastone, poi, ha visto la vittoria di “Patches” (Irlanda), campione mondiale uscente, su “Artemis” e su “Cristabella” (GBR). Il calendario dello Yacht Club Costa Smeralda proseguirà la sep timana prossima con un altro campionato mondiale: il Moby M30 World Championship dal 1 al 7 sep tembre. Tutti i risultati e la classifica finale possono essere visionati sul sito dello YCCS: www.yccs.it e sul live site www.rolextp52gobals.com.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.