Squalo Anch’io: Operazione di Soccorso per i Pesci Dell’Acquario di Cattolica

Inondati da inaspettata solidarietà, da contributi volontari e sostentamenti vari quali pesce, verdure e medicinali, da tutta la città di Cattolica e dall’Italia intera, la Direzione dell’ Acquario ha deciso di aprire un conto corrente postale Operazione Salvataggio denominato “SQUALO ANCH’IO” per dare la possibilità di collaborare alle centinaia di persone che in questi giorni chiedono come possono sentirsi “amici per la pelle” di squali, razze, aquile di mare, cavallucci marini, nautili, limuli, murene, aragoste, meduse, saraghi e pesci tropicali. E’ una gara contro il tempo quella per il mantenimento e la sopravvivenza dei 13 esemplari di squali toro, pinna bianca, nutrice e di port Jackson e di oltre 3000 pesci del mediterraneo e dai mari tropicali, ospiti nelle vasche dell’Acquario di Cattolica al Parco Le Navi – che, travolto dalle difficoltà finanziarie – rischia la chiusura portandosi addosso oltre che un disastro ambientale anche il dramma dei posti di lavoro di 150 dipendenti tra annuali e stagionali. Difficoltà che ci si augura possano essere risolte al più presto e che tutti i soci pubblici e privati che dal 2000 hanno investito e creduto in questo progetto continuino a sostenerlo economicamente intervenendo anche sulla direzione generale dell’Enel la cui bolletta inevasa da due mesi sarebbe fatale per l’ossigenazione, la filtrazione, l’illuminazione, la temperatura delle vasche e quindi la vita stessa dei pesci….. In questi giorni la catena di solidarietà si è mobilitata intorno allo staff dell’ Acquario – che non ha abbandonato la Nave, ma che continua pur con notevoli difficoltà economiche e tecniche a lavorare – ad oggi senza salario – per la prioritaria sopravvivenza degli animali e la speranza di una risoluzione societaria a breve. “Non mollate!!!” Esorta l’Italia intera. Bambini che spediscono la loro paghetta, pescatori di Cattolica portano il loro pescato, i fornitori di verdura e di acquari forniscono attrezzature, cibo e vitamine, le associazioni lanciano appelli ai politici, i media locali, nazionali e i siti internet attraverso le loro testate ed immagini raccontano la vicenda per scongiurare la fine. Il Parco Le Navi al cui interno vive l’Acquario di Cattolica, è uno dei più interessanti progetti italiani per la forte valenza culturale, definito e tutelato dalla Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici “un bene d’interesse storico ambientale e complessivo pregio architettonico” i cui edifici evocano una flotta navale adagiata in riva al mare. Un prestigioso recupero conservativo di un luogo storico – una ex colonia marina voluta da Mussolini nel 1934 per ospitare i figli degli italiani all’estero- realizzato su una area di proprietà della Regione Emilia Romagna che ne ha concesso l’uso. Senza dimenticare il valore che il prodotto propone quale “diversificata offerta” nel panorama della Costa Adriatica, quindi capace di attrarre e di offrire emozioni a tutte le fasce di età stimolando un pubblico in cerca di intrattenimento complementare alla vacanza e ad un turismo non solo legato alla stagione estiva. 240.000 è il complessivo numero di visitatori che nel 2002 hanno apprezzato la struttura di cui 30.000 presenze scolastiche provenienti da tutta l’Italia testimoniano l’alto valore didattico educativo che il Parco propone. Per informazioni Operazione Soccorso “Squalo anch’io” Tel. 0541 837907 – 837910 -837420 info@lenavi.it www.lenavi.it

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.