Stagione Conclusa Sull’Alto Sebino

L’AVAS SEMPRE PIÙ SULLA CRESTA DELL’ONDA Lovere, 5 dicembre 2005. Dieci eventi, di cui due nazionali e uno europeo, per un totale di 271 barche partecipanti e circa 526 skipper provenienti da tutta Italia e da Inghilterra, Grecia e Canada; uno staff tecnico-organizzativo tra allenatori, tecnici, direttori sportivi, istruttori, giudici di regata e aiutanti di circa 60 persone; 50 corsi suddivisi nelle classi derive, cabinati, optimist e surf con 350 allievi; un’intensa attività di promozione nelle scuole di Lovere, Breno, Bergamo e Genova (con 140 bambini coinvolti); una flotta 49er che è la più numerosa in Italia e importanti risultati agonistici: un bronzo al Campionato italiano classi olimpiche 49er con i soci Massimiliano Barro e Matteo Gritti (primi nella ranking list di classe), due argenti, al campionato nazionale Soling con Virgilio Cadei, Piergabriele Cadei e Mauro Bortolotti e al campionato nazionale Mattia S con Emanuele Pellicciari e Riccardo Payer; un primo posto nel campionato zonale della classe FW con Carlo Peloni e un buon piazzamento con il giovane Nicolò Rossi nel circuito Optimist della XV zona Fiv. Sono i numeri della stagione 2005 dell’Avas – chiusasi ufficialmente il 29 ottobre scorso con il Campionato Europeo Martin 16, prima regata nella bergamasca dedicata agli skipper disabili – illustrati ieri mattina al ristorante La Marina del Porto di Lovere nel corso dell’assemblea annuale. L’Associazione velica Alto Sebino, che raccoglie 362 iscritti da tutta la Lombardia, inanella così un’altra stagione ricca di eventi e di successi e si avvia a conquistare un posto da protagonista nella vela bergamasca, forte anche della collaborazione con lo Yacht Club Bergamo. Negli ultimi mesi l’Avas ha infatti stretto una sinergia con il prestigioso circolo nautico cittadino e con la Polisportiva handicappati bergamaschi su un progetto di solidarietà dal nome “Disvela” che si prefigge di avvicinare i ragazzi disabili alla pratica velica e che promette di far diventare l’Avas un punto di riferimento per questi atleti. “Il 2005 è stato un anno che ci ha visto notevolmente impegnati dal punto di vista sportivo e di promozione della vela – ha detto il presidente Tersillo Moretti, presidente dell’Associazione velica Alto Sebino -. Il calendario delle regate è stato importante, la scuola, guidata da Raul Domenighini e Paolo Trebeschi, ha avvicinato alla vela circa 310 ragazzi e tra i soci c’è una buona presenza giovanile e questo fa ben sperare per il futuro”. “Grazie all’appoggio di alcuni sponsor – ha spiegato Moretti – stiamo potenziando il sep tore agonistico: abbiamo una squadra optimist, una squadra 420 e la flotta più numerosa in Italia dei 49er che da quest’anno, oltre al coordinamento del direttore sportivo Massimiliano Barro, possono contare su un preparatore atletico. E i risultati cominciano ad arrivare. Il nome del nostro circolo si va sempre più diffondendo sui campi di regata nazionali e sul lago le nostre barche Asso 99, Mum 30, Soling e Star ci vedono presenti e anche vincitori”. Sulla sinergia stretta con lo Ycbg e la Phb di Bergamo è intervenuto Massimiliano Barro che ha sottolineato il valore sociale del progetto DisVela e il significato strategico della nuova alleanza in funzione della conoscenza e della crescita del circolo velico sul territorio. Nel corso dell’assemblea sono state infine anticipate le novità per il 2006: il nuovo sito internet dell’associazione, on line dai prossimi giorni all’indirizzo www.avas.it con una veste grafica più accattivante e uno spazio “news” sempre aggiornato e facilmente fruibile dai soci e dagli appassionati; l’avvio nei prossimi mesi dei lavori di adeguamento della sede per ricavare un locale ad uso cucina a disposizione dei soci; ed il completamento della palestra per la preparazione atletica. E per quanto riguarda il calendario delle regate della stagione 2006 è confermato l’appuntamento con la nazionale 49er ad aprile, assieme ai Formula Winsurfing. A cui si aggiungono, altre conferme: a maggio, i 2.4 (barche per disabili) e lo zonale 420, i 29er ed i Laser 4000; a giugno, il campionato nazionale Soling e la selezione Optimist; a luglio, i FJ ed i Fireball e i catamarani della F18 con la tradizionale Lovere-Tavernola-Lovere; e a sep tembre, la Sebino Cup con il trofeo Zavatarelli. Mentre è allo studio con gli altri circoli del lago – e sarebbe una “new entry” – un Campionato del Sebino con una regata per ogni circolo (le tradizionali regate tipo Lovere-Tavernola Lovere, il Nastro Azzurro, ecc farebbero parte di un circuito che alla fine dovrebbero proclamare i vincitori delle varie categorie).

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.