Mercury-Deals-2017_Outboard-engines_Testa_970x160

Terza Giornata delle Finali della Louis Vuitton Cup: la Regata

ALINGHI (SUI-64) BATTE ORACLE BMW RACING (USA-76) DELTA 01:01 ALINGHI-ORACLE BMW RACING: 3-0 Un finale all’ultimo sangue per una regata da brivido. Allo start, Alinghi è in piena velocità sulla linea, in perfetto orario. Oracle BMW Racing è dietro di un solo secondo. Le barche partono mure a dritta con Coutts sopravvento a USA 76 ma nel lato favorito. Inizia subito un tack duel che favorisce la barca svizzera. Le virate sono così vicine che le barche sventolano spesso bandiera di protesta ma la risposta dai giudici è ‘green’. Al termine della bolina, Alinghi è in vantaggio per 8 secondi. La prima poppa è molto concitata. Le barche iniziano un gybe duel e Holmberg, al timone dalla partenza, si avvicina da sopravvento cercando l’ingaggio. Una serie di strambate vere e false, si succedono. L’ammainata a bordo della barca americana non riesce bene e Alinghi ne approfitta per distaccarsi ancora un po’. Grande concitazione e nervosismo in entrambi i pozzetti. la situazione si capovolge alla seconda poppa, quando USA 76 si avvicina pericolosamente da sopravvento. Le barche orzano al limite del possibile, le bandiere di protesta sventolano ma gli Umpire danno via libera. Quando Alinghi stramba, Oracle BMW Racing fa lo stesso e si posiziona sotto vento; da quella posizione ha diritto a orzare sugli svizzeri. Durante uno di questi attacchi, la prua di Oracle BMW Racing tocca la poppa di Alinghi e viene penalizzata per aver infranto la Regola 17 (giusta rotta). La manovra però, permette a Dickson e Holmberg di potere strambare e conquistare l’interno in boa. Il distacco, alla quarta boa è di 8 secondi in favore di Oracle BMW Racing. Nella bolina successiva, le barche si cercano in un tack duel. Oracle BMW Racing è avvantaggiato da un buono a sinistra e si allunga ancora, fino a incrociare avanti e a mantenere la leadership fino alla quinta boa. L’ultima poppa è una corsa ai centimetri. Ventinove secondi di vantaggio sembrano un margine comodo per riuscire a pagare la penalità e conservare la vittoria ma Alinghi comincia a guadagnare terreno. Le lunghezze di distanza scendono a quattro. Mentre USA 76 issa il genova, ammaina lo spi e cerca di completare il giro, Alinghi avanza a tutta velocità e taglia con un solo secondo di vantaggio. Nel completare il giro, USA 76 tocca la boa e gli Umpire le infliggono un’altra penalità, che si tradurrà in un delta finale di 1 minuto e 1 secondo.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.